Islam / World News

Francia: Profanata chiesa con versetti islamici del Corano

Francia: Profanata chiesa con versetti islamici del Corano

La polizia della città francese di Tolosa ha arrestato un uomo in relazione alla profanazione di una chiesa sui muri della quale sono stati scritti versi del Corano islamico.

L’atto vandalico è avvenuto diversi mesi prima in una chiesa a nord di Tolosa, al confine con il distretto di Borderouge. Si ritiene che il vandalo, un maschio di 25 anni, abbia preso parte alla profanazione. Fonte: France Bleu.

Una dozzina di ufficiali del gruppo tattico d’élite della Gendarmeria Nazionale (GIGN) ha fatto irruzione nella casa del venticinquenne lunedì, abbattendo la porta. Il sospettato non ha resistito all’arresto ed è stato posto in custodia.

France Church Attacks: Statue of Saint Beheaded, Cathedral Mireted in Car Ram Raid https://t.co/MeBk8i2ALf

– Breitbart London (@BreitbartLondon) 5 novembre 2019

L’arresto arriva poco meno di un anno dopo che un’altra chiesa di Tolosa, la Notre-Dame du Taur, è stata vandalizzata da un individuo che ha scritto “Allah u Akbar” sulle porte dell’edificio.

Protège ton église (Proteggi la tua chiesa), un gruppo che mira a proteggere chiese e luoghi sacri in Francia, ha scritto: “Questa profanazione ci ricorda l’atto dell’islamismo di Christianophobes e il pericolo che questo fenomeno rappresenta per le nostre chiese e per i Cristiani di tutto il mondo. La Francia ricorda padre Hamel assassinato con questo grido. ”

I jihadisti hanno ucciso padre Jaques Hamel nella sua chiesa a luglio del 2016. Il sacerdote cattolico è stato successivamente dichiarato martire da Papa Francesco.

Gli attacchi della chiesa in Francia sono diventati un grosso problema negli ultimi anni, un rapporto di marzo dello scorso anno afferma che ci sono in media,almeno tre attacchi alle chiese o ai cimiteri cristiani al giorno , con un totale di 1.063 casi nel 2018.

“Allahu Akbar”: la chiesa francese è stata vandalizzata due volte in due settimane https://t.co/zAPtUNCmTV

– Breitbart London (@BreitbartLondon) 10 maggio 2019

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento