World News

Francia: “Vi strapperemo le braccia” – il leader della Black African Defense League minaccia lo staff della rivista francese Valuers Actuelles

Francia: “Vi strapperemo le braccia” – il leader della Black African Defense League minaccia lo staff della rivista francese Valuers Actuelles

Lunedì, dopo essere entrati illegalmente nei locali della rivista francese Valuers Actuelles, i militanti della Black African Defense League (LDNA) hanno protestato davanti alla redazione, pronunciando minacce antisemite e minacciando di strappare le braccia al personale in modo che non potessero più scrivere.

La rivista ha presentato una denuncia alle autorità francesi, secondo Valuers Actuelles.

Davanti alla sede della rivista a Parigi, il leader della LDNA, accompagnato da un pugno di attivisti, ha protestato contro la pubblicazione di una controversa narrativa dedicata al deputato LFI Danièle Obono, pubblicata nell’ultimo numero di Valuers Actuelles.

Durante il suo appassionato discorso, il portavoce del gruppo LDNA, Egountchi Behanzin, ha promesso che se la rivista “continua a scrivere contro i neri, le loro braccia saranno strappate e non avranno più le mani per scrivere nulla. Vi strapperemo le braccia.”

Behanzin e i suoi attivisti sono stati bloccati all’estremità della strada da agenti di polizia mentre stavano cercando di accedere algli uffici della rivista per parlare con la redazione.

“Torneremo ogni giorno se necessario”, hanno avvertito alla presenza di giornalisti di altri media.

“Insultando Danièle Obono, sono gli africani che state attaccando”, ha detto, aggiungendo che i Galli “non sono mai esistiti, è un mito”.

Poi, il leader della LDNA, noto per le teorie antisemite e cospirative, ha accusato il popolo francese e la polizia di servilismo nei confronti del popolo ebraico. Ha inoltre accusato il presidente francese Emmanuel Macron di comportamento fantoccio durante la partecipazione alle cene del Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche in Francia (CRIF), che ha applaudito Behanzin per le sue osservazioni.

L’attivista nero ha poi urlato al cordone di agenti di polizia sulla scena di “assumersi la responsabilità” per il loro “razzismo”.

“Trump, sostiene il suo razzismo! Macron deve assumersi la responsabilità del suo razzismo!”, ha detto Behanzin.

Pochi istanti dopo, il caporedattore Geoffroy Lejeune è sceso a parlare con i dimostranti.

“Mi dispiace per questa polemica, ecco perché ci siamo scusati con Danièle Obono”, ha detto Lejeune alla LDNA.

“Ciò che ti rende isterico oggi è che non puoi sopportare che noi, uno storico o un accademico, possiamo sollevare la questione della schiavitù in qualsiasi altro modo anzichè dire che è l’Occidente che ha schiavizzato gli africani”, ha detto Lejeune dicendo che era un segno di razzismo da parte della LDNA.

Il leader della LDNA è stato visibilmente sorpreso dalla parola “razzista”.

“Razzista? Provenendo da un nazista come te, da un fascista come te? Sei ossessionato dalla razza, parli sempre di razza”, ha attaccato Behanzin, l’editore di Valuers Actuelles.

Immagine del titolo: Il leader della Black African Defense League Danièle Obono (Jonathan Moadab/Twitter)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento