Islam / Politica / World News

Gang calpesta la testa della ragazza mentre uno di loro urla “uccidi il suo wallah”

Gang calpesta la testa della ragazza mentre uno di loro urla “uccidi il suo wallah”

Il sito di notizie svedese Samhällsnytt ha pubblicato mercoledì un video che mostra una ragazza svedese che è stata gravemente maltrattata e picchiata da un gruppo di persone.

Al momento non è chiaro dove si sia verificato il brutale pestaggio. Secondo quanto riferito, il video è stato girato all’inizio di febbraio e caricato da un “Saddam” sulla popolare piattaforma di social media Snapchat.

Il video mostra diverse persone che calpestano e picchiano una ragazza solitaria su tutto il corpo. Mentre sta avvenendo il pestaggio, la persona che molto probabilmente sta filmando urla “uccidi il suo wallah” (wallah in arabo significa Dio).

Inoltre, la stessa persona incoraggia gli aggressori selvaggi a “fottere le costole” e “calpestare le costole” della ragazza.

Il video è diventato virale in Svezia e sia la destra che la sinistra ne sono inorridite, solo per ragioni diverse.

La destra chiede quanta più violenza e odio il Paese può prendere, e quando chi sarà al potere prenderà misure concrete ed efficaci contro di esso?

Nel frattempo, la sinistra chiede in che modo la destra può essere così malvagia persino da condividere il video e di conseguenza diffondere odio verso i migranti.

Ad esempio, il socialdemocratico Oskar Magnusson, che è un esperto politico del ministro degli Interni e responsabile dell’autorità di polizia, scrive: “Il video che SD diffonde nei suoi canali è disgustoso. Ma SD lo diffonde comunque, per alimentare l’odio tra diversi gruppi nella società. Questa festa è preparata da M e KD per plasmare il futuro della Svezia “.

Alla dichiarazione di Magnusson, l’eurodeputato moderato Hanif Bali ha risposto: “La sua prima reazione a un video in cui una ragazzina viene picchiata violentemente tantioda essere in pericolo di vita è avvertire le coalizioni politiche che rischiano di renderlo disoccupato. Il disgusto è giusto“.

In altri due tweet, Bali aggiunge: “Le ragazze che umiliano e attaccano come” puttane ” è un fenomeno crescente. Ma le vittime sono secondarie per certe persone – è importante andare contro SD. E M e KD ovviamente. ”

Ho parlato di questo fenomeno prima. La lealtà non sta nelle vittime della ghettizzazione, in realtà non gliene frega niente, specialmente se sono migranti.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento