Migranti / Politica

George Soros: L’Europa deve opporsi all’Ungheria e alla Polonia

George Soros: L’Europa deve opporsi all’Ungheria e alla Polonia

L’Unione europea non può permettersi di scendere a compromessi sulle disposizioni sullo stato di diritto che applica ai fondi che stanzia agli Stati membri, ha scritto il finanziere miliardario George Soros in un articolo intitolato “L’Europa deve opporsi all’Ungheria e alla Polonia” su Project Syndicate,un sito web in gran parte finanziato dalla sua Open Society Foundation.

“Il modo in cui l’UE risponde alla sfida a quelle disposizioni ora poste da Ungheria e Polonia determinerà se sopravviverà come una società aperta fedele ai valori su cui è stata fondata”, ha scritto Soros. Il suo articolo è stato pubblicato appena un giorno prima del vertice di giovedì dell’UE, originariamente destinato ad affrontare la seconda ondata di pandemia di coronavirus, ma il veto ungherese e polacco sul bilancio del blocco sui criteri dello stato di diritto ha dirottato l’ordine del giorno.

“Anche se i due paesi sono i maggiori beneficiari del bilancio, i loro governi sono fermamente contrari alla condizionalità dello stato di diritto che l’UE ha adottato per volere del Parlamento europeo”, ha scritto Soros. “Sanno che stanno violando lo stato di diritto in modi eclatanti, e non vogliono pagarlo.”

Il portavoce del governo ungherese, , ha twittato che le istituzioni dell’UE stanno essenzialmente attuando uno schema di ricatto ideato da Soros.

“Se avete mai voluto sapere come funziona il piano Soros, eccolo qui: @georgesoros ha suggerito sanzioni fiscali contro coloro che non accettano i migranti nel 2015. Oggi vediamo ricatti finanziari e ritorsioni politiche operative da parte delle istituzioni dell’UE” ha scritto Kovacs.

“Non è tanto un concetto astratto come lo Stato di diritto che il primo ministro ungherese Viktor Orbàn e, in misura minore, il sovrano de facto della Polonia, Jaros’aw Kaczy’ski, si oppongono”, ha scritto Soros. “Per loro, lo Stato di diritto rappresenta un limite pratico alla corruzione personale e politica. Il veto è una scommessa disperata da parte di due trasgressori seriali.”

L’articolo di Soros è un’ulteriore prova di ciò che Orbàn ha detto per anni, vale a dire che le varie istituzioni dell’Unione europea sono fortemente influenzate da Soros attraverso lobbismo e canali informali.

Quando ha annunciato il veto – da quando è stato raggiunto dalla Polonia e parzialmente sostenuto dalla Slovenia – Orbàn ha scritto che, in conformità con il principio di ” Non c’è accordo su nulla finché non c’è accordo su tutto”, il governo ungherese voterà contro tutti gli elementi del pacchetto legislativo MFF / NGEU, compresi i veti che richiedono l’unanimità, come il regolamento MFF.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento