World News

Germania – Afgano infetto da coronavirus con gravi sintomi di malattia scompare dalla struttura per richiedenti asilo di Suhl

Germania – Afgano infetto da coronavirus con gravi sintomi di malattia scompare dalla struttura per richiedenti asilo di Suhl

15. mar 2020

I confini della Germania sono ancora spalancati e quindi un “rifugiato” Afghano, e potuto entrare senza problemi in Germania attraverso la Svezia.

Successivamente è stato portato a centro di asilo di Suhl. Ma il “!rifugiato” non era solo, Insieme a lui è arrivato anche il Coronavirus, e adesso tutti i 533 reisidenti del centro sono in quarantena.

Inoltre, l’area è sorvegliata dalla sicurezza e dalla polizia per far rispettare il coprifuoco, ma si prevede che l’umore nella struttura potrebbe cambiare in peggio.

Sabato notte a seguito dell’infezione di Covid 9 di un residente, è stata imposta la quarantena a tutti i 533 residenti del centro di asilo del paese sulla collina di Friedberg a Suhl.

La persona infetta è un afgano che è arrivato nel centro di asilo attraverso la Svezia e Amburgo ed è arrivato al centro venerdì mattina.

Nel corso della giornata le sue condizioni sono notevolmente peggiorate, tossiva pesantemente e aveva la febbre. La stessa sera è stato esaminato esaminato da servizio sanitario.

Da allora l’afghano infetto è scomparso.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento