World News

Germania: “Allahu Akbar”, urla l’africano, e minaccia i fedeli riuniti in chiesa

Germania: “Allahu Akbar”, urla l’africano, e  minaccia i fedeli riuniti in chiesa

Durante la funzione religiosa in una chiesa della comunità di Rhauderfehn e Ostrhauderfehn, un uomo di 33 anni di Rhauderfehn con nazionalità ivoriana, è entrato gridando a gra voce e minacciando i presenti.

La persona di sesso maschile si è poi allontnato dalla parrocchia per recarsi successivamente nella Chiesa cattolica in via Kirchstraße a Rhauderfehn.

Anche lì, l’uomo ha causato scompiglio gridando ad alta voce “Allahu Akbar.

In seguito ha raggiunto la chiesa evangelica Petruskirche in via Kirchstraße nella parrocchia di Ostrhauderfehn. Anche qui ha interrotto la funzione religiosa gridando “Allahu Akbar” e minacciando i fedeli.

Secondo le informazioni attuali, il 33enne ivoriano ha verbalmente minacciato i fedeli. Alcuni di loro hanno lasciato la funzione religiosa in fretta.

La polizia, che era già alla ricerca dell’uomo, lo ha individuato nella strada principale in Ostrhauderfehn, nei pressi della zona industriale locale, e lp ha arrestato temporaneamente malgrado avesse resistito violentemente..

L’uomo aveva addosso armi e altri oggetti pericolosi.

Le indagini effettuate non hanno evidenziato alcuna motivazione politica.

Durante il suo processo di accertamento, il 33enne ha dato l’impressione di essere confuso e psicologicamente disturbato.

A causa delle sue anomalie psicologiche, è stato ricoverato in una clinica psichiatrica. L’ufficio del pubblico ministero di Aurich ha aperto un fascicolo a carico dell’ivoriano che è ora sotto inchiesta.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento