Islam / Migranti / Politica

Germania – Bielefeld: Iraniano si inventa un attacco estremista di destra

Germania – Bielefeld: Iraniano si inventa un attacco estremista di destra

La sinistra ha subito sfruttato la notizia per gridare contro il razzismo e si è immediatamente schierata con la falsa vittima di “violenza estremista di destra” e ha fatto accuse contro la polizia senza attendere i risultati delle indagini.

L’accusa ha fatto scalpore. Gli estremisti di destra avrebbero attaccato e ferito gravemente un iraniano di 19 anni a Bielefeld. La presunta vittima ha detto alla polizia che gli autori avevano scolpito una svastica sulla sua pelle e inflitto ulteriori lesioni. Ora il caso prende una piega sorprendente: l’ iraniano ha inventato la rapina. Tuttavia, gli estremisti di sinistra sono andati avanti con la manifestazione annunciata per sabato.

Secondo la polizia, l’iraniano residente a Bielefeld ha ammesso venerdì sera che le ferite – tra cui a forma di svastica sulla sua pelle – erano auto-inflitte.

Nella tarda serata di venerdì, il 19enne, accompagnato dalla sua famiglia e da un conoscente, è comparso alla stazione di polizia del Nord e ha fatto una dichiarazione, ha riferito la portavoce della polizia Sonja Rehmert.

Succdessivamte durante l’interrogatorio, ha ammesso all’agente di polizia di Bielefeld, che l’attacco estremista di destra non era mai avvenuto e che si era ferito con un coltello nella zona di Niem-llershof/Wiener Street, nel sud di Bielefeld. Un passante lo ha poi trovato ferito e ha chiamato i servizi di emergenza.

Secondo la polizia, il giovane voleva attirare l’attenzione rendendo pubblici i fatti. Sono stati avviati procedimenti penali nei confronti del 19enne per aver finto un reato.

Secondo la polizia, l’iraniano ha denunciato un crimine simile già a gennaio. Anche questo, a quanto pare, era stato inventato. “Le indagini in quel momento non avevano portato ad alcun chiarimento e all’identificazione di eventuali sospettati”, ha detto il portavoce della polizia.

Il giovane aveva reso pubblica l’assalto estremista di destra falso sui social media, sostenendo di essere stato costretto dalla polizia a ritrattarlo subito dopo. In seguito, gli agenti di polizia si sono affrettati a riconoscere la verità e hanno appurato che la presunta vittima aveva inflitto le ferite a se stesso.

Questo è stato successivamente confermato da un medico legale che ha esaminato l’iraniano. Secondo l’esperto, le ferite non corrispondevano alle dichiarazioni dell’uomo di Bielefeld.

Immediatamente dopo la pubblicazione delle fake news del 19enne, la sinistra si è affiancata alla falsa vittima di violenza estremista di destra e ha fatto accuse contro la polizia senza attendere i risultati delle indagini.

Dopo che questo sabato si è saputo che l’iraniano aveva inventato tutto, gli organizzatori della manifestazione di sinistra si sono inizialmente trovati spiazzati, ma alla fine, hanno comunque preso la decisione di riunirsi presso la stazione ferroviaria principale, e a malincuore di abbandonare il corteo previsto attraverso il centro della città.
Circa 200 manifetsanti di sinistra si sono riunite alla stazione sabato pomeriggio per manifestare contro il razzismo. Nei canti gridavano “non c’è diritto alla propaganda nazista” e “spalla a spalla contro il fascismo”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento