Politica / World News

Germania: Bruciare le bandiere nazionali ora è reato

Germania: Bruciare le bandiere nazionali ora è reato

Il Parlamento tedesco ha votato affinchè bruciale le bandiere nazionali di altri paesi diventi un reato penale. Bruciare la bandiera tedesca è già un atto criminale.

La decisione, presa giovedì, si applica anche alla profanazione dell’inno dell’Unione europea, “Inno alla gioia” di Beethoven dalla sua Nona Sinfonia, secondo un rapporto della BBC News. Si applica anche ad altre forme di distruzione di una bandiera, ad esempio strappandola.

Essere condannati per aver profanato questi simboli è classificato come un crimine d’odio e sarà punibile con una pena detentiva fino a tre anni.

L’iniziativa di approvare questa legge è arrivata dopo che i socialdemocratici si sono lamentati dei manifestanti che hanno bruciato la bandiera israeliana in occasione di una manifestazione del 2017 a Berlino.

Christine Lambrecht, ministro della giustizia tedesca, ha affermato che bruciare una bandiera in pubblico non contribuisce in modo costruttivo alle proteste pacifiche, sostenendo che essa incitano “odio, rabbia e aggressione”.

Il partito tedesco di destra Alternativa per la Germania si è opposto alla nuova legge, affermando che interferisce nel diritto del popolo alla libertà di parola e all’espressione artistica.

L’anno scorso, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha difeso le recenti iniziative del suo paese per limitare la libertà di espressione sostenendo che la libertà di parola deve essere controllata se la società deve rimanere libera.

Anche la Francia, la Grecia, l’Italia e la Spagna hanno leggi che vietano la deconformazione delle loro bandiere nazionali.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento