Islam / Migranti / Politica

Germania: Diverso trattamento per i cristiani e i musulmani. 200 musulmani sono autorizzati a pregare nella moschea ma solo 70 cristiani nella chiesa

Germania: Diverso trattamento per i cristiani e i musulmani. 200 musulmani sono autorizzati a pregare nella moschea ma solo 70 cristiani nella chiesa

Il parcheggio di fronte alla moschea inizia ad essere affollato, a poco a poco arrivano i moschee-goers della città e della zona circostante.

Fino a 200 musulmani possono riunirsi per le preghiere del venerdì a Röthenbach – è probabilmente il più grande evento nella regione di Norimberga dall’inizio del secondo blocco.

Settimana dopo settimana. La comunità turco-islamica di Röthenbach è da tempo consapevole che il numero di visitatori è evidente in tempi di pandemia. Recentemente, ci sono state molte domande nel quartiere su come sia possibile che così tante persone si incontrino nonostante tutte le regole di distanziamento e di contatto.

Anche il sindaco Klaus Hacker (Elettori liberi) è stato interrogato al riguardo. “Ci sono alcune paure e ansie tra la popolazione”, dice. Fino a 200 persone pregano insieme, “questa è una bella figura”.

In contrasto, il consiglio di contea che conta 70 membri, ha deciso di riunirsi con soli 14 membri per un periodo di sei settimane per evitare grandi folle.

A Natale, molti servizi ecclesiastici nel quartiere sono stati cancellati. Secondo la congregazione protestante, la Chiesa della Santa Croce di Röthenbach può “solo” ospitare fino a 70 fedeli in conformità con le norme igieniche in vigore.

La moschea di Lauf, che è molto più piccola della Chiesa di Santa Croce, è stata autorizzata a svolgere le proprie funzioni con la presenza di 60 persone.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento