Islam / Migranti

Germania: donna musulmana uccide il figlio di quattro anni perché temeva che le sarebbero stati negati i diritti dei genitori e che sarebbe cresciuto come cristiano

Germania: donna musulmana uccide il figlio di quattro anni perché temeva che le sarebbero stati negati i diritti dei genitori e che sarebbe cresciuto come cristiano

Quante volte accade che un’intera aula si senta dispiaciuta per l’imputato? La donna di 40 anni con il velo di seta vuole testimoniare, ma è intimidita e agitata, piange in silenzio e difficilmente riesce a far uscire una parola. Si dice che la madre abbia ucciso suo figlio di quattro anni: l’ha deliberatamente gettato da un ponte nel fiume Wümme a Rotenburg, ha detto martedì il procuratore Pia Geisler all’inizio del processo presso il Tribunale regionale verden. Il bambino è annegato nel fiume. L’accusa è omicidio colposo (Rif. Ks 101/21).

L’imputato aveva “ucciso un essere umano senza essere un assassino”, ha detto Geisler. A tal fine, l’articolo 212.1 del codice penale prevede pene detentive tra i cinque anni e la vita. Il ragazzo era arrivato all’ospedale pediatrico di Rotenburg il 2 novembre 2020 con gravi ustioni. Ha dovuto essere curato chirurgicamente tre volte. La madre, di nazionalità turca, aveva detto di averlo accidentalmente scottato con acqua calda mentre lo lavava, ha spiegato il procuratore.

Il personale dell’ospedale era sospettoso delle ferite e voleva coinvolgere l’Ufficio assistenza giovanile. La madre ha poi portato il figlio fuori dalla clinica. “L’imputato temeva che le sarebbero stati negati i diritti dei genitori”, ha detto Geisler. Nella mente della donna, questo significava anche che il ragazzo non sarebbe cresciuto come musulmano, ma come cristiano. Pertanto, ha gettato suo figlio fuori dalla ringhiera del ponte in acqua per ucciderlo.

Ha tentato quindi di suicidarsi, ma non ha avuto successo. Ore dopo, la polizia di Rotenburg ha raccolto la donna sconvolta. Il corpo del bambino annegato è stato trovato in un’operazione di perquisizione notturna. La madre è stata prima portata in un ospedale psichiatrico e poi trattenuta in custodia cautelare.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento