World News

Germania: Gli stranieri adibiti al servizio civile vendono permessi di soggiorno

Germania: Gli stranieri adibiti al servizio civile vendono permessi di soggiorno

Nell’amministrazione tedesca criminali multiculturali prendono semplicemente tutto ciò che viene loro offerto su un piatto d’argento: come ad esempio, permessi di residenza formalmente legali che vendono a un prezzo elevato sul mercato nero.

Un funzionario bosniaco di 36 anni è stato arrestato a Berlino, ha un passaporto tedesco oltre alla cittadinanza della Bosnia-Erzegovina. È accusata di vendere permessi di soggiorno per 5000 euro ciascuno.

La polizia ha trovato 28.000 euro in contanti nel suo appartamento. È stato arrestato anche un pakistano di 43 anni capo della banda che si occupa dei permessi di soggiorno.

Un comunicato stampa della polizia afferma che gli indagati hanno rubato permessi di soggiorno in bianco per consentire ad akcuni migranti di restare a tempo indeterminato in Germania;  il primo passo verso l’acquisizione della cittadinanza tedesca, che il titolare può richiedere dopo alcuni anni.

Secondo un rapporto del “Welt“, la sola amministrazione di Berlino ha “perso” circa 20.000 permessi di soggiorno in bianco.

Piuttosto a malincuore, il Senato di Berlino, in risposta a una richiesta del gruppo parlamentare AfD, ha ammesso la perdita dei documenti nel luglio 2019, affermando che 1.500 copie dei documenti scomparsi dal 2017 erano state assicurate dalla polizia negli ultimi anni. “Finora sono stati trovati altri 330 documenti per un (tentato) ingresso illegale e altri abusi nel territorio federale“, afferma l’annuncio del Senato.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento