Migranti / World News

Germania: I “giovani migranti” fanno un’imboscata ai soccorritori

Germania: I “giovani migranti” fanno un’imboscata ai soccorritori

Una grande folla di “giovani” ha fatto un’imboscata su larga scala ai primi soccorritori a Dietzenbach, nel distretto di Offenbach di Darmstadt, vicino a Francoforte. Diversi veicoli della polizia sono stati distrutti dagli aggressori.

Tutto è iniziato quando diversi bidoni della spazzatura e un escavatore sono stati dati alle fiamme in un parcheggio intorno a mezzanotte. I residenti locali hanno allertato i primi soccorritori, ma quando la polizia e i vigili del fuoco sono arrivati sul posto, sono stati attaccati da un gruppo di circa 50 persone che lanciavano un gran numero di pietre e bottigli molotov. La polizia ha dovuto chiedere rinforzi per assicurare l’area a causa della ferocia dell’assalto.

Lo scontro tra la polizia e la folla è durato circa due ore, e tre aggressori sono stati arrestati. Due sono stati rilasciati poco dopo. Non è stato segnalato nessun ferito, ma diversi veicoli della polizia sono stati distrutti, e si stima che il danno sia compreso tra 100.000 e 150.000 euro. Fonte: EN24.

Un costruttore della zona ha detto ai giornalisti che questo è il terzo incendio di questo tipo nelle ultime settimane e che si aspetta di più. “È un casino”, ha detto, dicendo che era difficile per lui impiegare personale per lavorare a causa del deterioramento della sicurezza.

La polizia sta indagando su cosa ha causato la rivolta. Hanno ipotizzato che possa essere stata una rappresaglia per i raid della polizia compiuti nella zona all’inizio di questa settimana che hanno portato alla confisca di beni rubati, tra cui biciclette, attrezzature da costruzione e una motocicletta. La polozia crede anche che ci potrebbe essere un collegamento con le rivolte attualmente in corso negli Stati Uniti.

“È ovvio che gli autori di ieri sera volevano mandare un messaggio: ‘Lo Stato deve rimanere fuori dal nostro distretto'”, ha detto Heini Schmitt, presidente del sindacato regionale. ” La spirale della violenza continua incontrollata.”

L’area in cui è avvenuto l’attacco è stata teatro frequente dei conflitti tra “giovani” e polizia per decenni. Il 95% dei residenti nelle vicinanze sono di provenienza migrante e provengono da 80 nazioni diverse, principalmente Turchia e Marocco, secondo un rapporto di Junge Freiheit.

La violenza contro i primi soccorritori è in aumento dall’inizio del blocco in risposta alla pandemia di Coronavirus di Wuhan (COVID-19) in Germania e in altre nazioni dell’Europa occidentale.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento