Islam / World News

Germania: i musulmani si lamentano dell’allevamento di suini, il comune lo vieta per paura di offenderli

Germania: i musulmani si lamentano dell’allevamento di suini, il comune lo vieta per paura di offenderli

Il principio è sempre e ovunque lo stesso: nei paesi musulmani, si deve conformare il proprio comportamento alla sensibilità islamica. E nei paesi non musulmani, si deve conformare il proprio comportamento alla sensibilità islamica.

Germania: i musulmani vietano l’allevamento di suini”, tradotto da “Allemagne: les musulmans font interdire un élevage de porcs”, di Anne Schubert, 28 agosto 2019 :

Un vasto prato verde – qui è dove l’allevatore di suini Elmar D. voleva far vivere i suoi animali. Ma non aveva fatto i conti con l’amministrazione della città di Mülheim-an-der-Ruhr. Lì, temono l’ira dei musulmani. Ci pieghiamo, sottomettiamo, flettiamo. Soprattutto, non si deve offenderli, non si deve rifiutare loro nulla.”

L’allevamento di suini ruspanti non è solo una prerogativa di questi animali intelligenti, ma anche il concetto di produzione regionale di carne è perfettamente in linea con lo spirito dei tempi. Nessun trasporto senza fine o vita senza luce del giorno. Tutto sarebbe meraviglioso nel migliore dei mondi, ma un cimitero musulmano è a più di 300 metri di distanza, e lì le creature con gli zoccoli sono considerate “impuri”.

Osman Safakli, presidente della moschea di Fatih Mülheim, non ha aspettato un momento per protestare contro le azioni degli abitanti: “Non c’è altro posto qui per allevare maiali? Ci disturba davvero, ma in particolare disturba i visitatori ”. Naturalmente, come previsto, ha ricevuto immediatamente il sostegno della amministrazione comunale, che ha proibito l’allevamento di questi animali a causa della sensibilità unilaterale dei musulmani. L’allevatore di maiali e i suoi animali sono stati sfortunati.

Per l’allevatore era incomprensibile, dopotutto, il prato non è nelle immediate vicinanze del cimitero, creare un fastidio è impossibile. Eppure si affretta a obbedire. I suoi maiali sono condannati al confino. Le lamentele permanenti dei musulmani hanno superato a lungo i 350 metri che separano il cimitero e il pascolo.

Non ci stanchiamo mai di essere offesi, che si tratti di donne, cani o maiali. Tolleranza per gli altri? Che non sia mai …”

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento