Migranti / Politica / World News

Germania: i Verdi vogliono rendere più facile la naturalizzazione dei migranti

Germania: i Verdi vogliono rendere più facile la naturalizzazione dei migranti

Il partito dei Verdi nel Bundestag tedesco vuole rendere più facile per i migranti diventare cittadini naturalizzati modificando le attuali leggi sulla cittadinanza.

Una delle politiche che i Verdi del Bundestag e il Parlamento tedesco, propongono, è che la Germania vada a un concetto di cittadinanza “jus soli”, con il quale un bambino nato in Germania riceverebbe automaticamente la cittadinanza se almeno un genitore è residente legale e abituale del paese, secondo un rapporto di Junge Freiheit.

Questo tipo di cittadinanza dei diritto di nascita è simile a quello che gli Stati Uniti hanno già in atto. La maggior parte dei paesi in Europa (compresa la Germania al momento), e in tutto il mondo, basa la cittadinanza sul principio della jus sanguinis, in cui la cittadinanza è determinata da antenati ed etnia.

Tra le altre proposte dei Verdi vi è di ridurre il periodo di tempo in cui uno deve essere residente nel paese prima di richiedere la cittadinanza da otto a cinque anni; nel caso dei rifugiati, ciò sarebbe solo di tre anni. Insieme a questo, vogliono anche ridurre la quantità di tempo che i membri della famiglia dei migranti hanno bisogno di essere nel paese prima di poter essere naturalizzati.

I Verdi propongono inoltre di abbandonare l’attuale restrizione della Germania sulla concessione della doppia cittadinanza ai richiedenti, nonché l’obbligo che i cittadini stranieri che studiano nel paese debbano fornire una prova del loro sostentamento prima di poter presentare domanda. Ciò si applicherebbe ancora ad altri migranti, ma solo in misura limitata.

La proposta rinuncia inoltre all’obbligo che un richiedente la cittadinanza sia fluente nella lingua tedesca se può dimostrare che è dovuto a motivi di malattia, disabilità o età.

Infine, i Verdi vogliono concedere la cittadinanza ai cosiddetti “rifugiati climatici”.

Nell’ambito di questo regime, chiunque in Germania abbia un permesso di soggiorno avrebbe diritto a ricevere la piena cittadinanza.

La proposta mira anche a risarcire coloro a cui in precedenza era stata negata la cittadinanza tedesca , o ai loro discendenti, a causa di discriminazioni o persecuzioni per motivi politici, razziali o religiosi, nonché a coloro che hanno perso la cittadinanza per tali motivi.

Inoltre, se la proposta dovesse diventare legge, prevede uno studio da intraprendere con l’obiettivo di determinare perché la Germania ha un tasso di naturalizzazione inferiore rispetto a quello di altri paesi europei.

La Germania non è l’unico paese che considera la naturalizzazione come un modo per affrontare le mutevoli tendenze migratorie. Il Portogallo ha recentemente concesso la cittadinanza ad alcuni migranti in risposta alla pandemia del coronavirus di Wuhan.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento