Islam / Italia / Migranti / Politica

Germania: Iracheno al grido di “Allahu Akbar” pugnala l’autista dell’auto

Germania: Iracheno al grido di “Allahu Akbar” pugnala l’autista dell’auto

La polizia di Welver, nella Renania Settentrionale-Vestfalia, ha arrestato un iracheno che ha aggredito un automobilista con un coltello. Il richiedente asilo di 30 anni è stato sopraffatto e disarmato da un agente di polizia in borghese, ha detto la polizia.

Al momento dell’attacco di mercoledì, l’uomo era ubriaco e aveva gridato “Allahu Akbar”. Tuttavia, una perquisizione del suo appartamento non ha rivelato alcuna prova di un movente islamista, motivo per cui il servizio di sicurezza dello Stato non ha assunto il controllo delle indagini. Alla domanda del quotidiano JUNGEN FREIHEIT, un portavoce della polizia ha detto che l’ufficio del pubblico ministero di Arnsberg aveva presentato una domanda per far collocare l’uomo iracheno, che era noto alla polizia, in un istituto psichiatrico.

Il caso ha somiglianze con l’attacco con coltello a Würzburg a giugno. Lì, un richiedente asilo somalo, anch’lui noto alla polizia, aveva ucciso tre donne con un coltello e ferito altre persone, alcune delle quali fatalmente. Aveva anche gridato “Allahu Akbar” e aveva detto dopo il suo arresto che voleva portare avanti la sua “jihad”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento