Islam

Germania: migrante iracheno arrestato per tentato stupro di una ragazza di 13 anni

Germania: migrante iracheno arrestato per tentato stupro di una ragazza di 13 anni

Un immigrato iracheno di 14 anni è stato arrestato per aver tentato di violentare una ragazza di 13 anni in una piscina al coperto a Monaco di Baviera.

La ragazza si è incontrata con l’iracheno al Westbad Monaco nel quartiere Pasing della città. Dopo l’arrivo in piscina , il ragazzo ha attirato la ragazza in uno spogliatoio dove ha iniziato a palpeggiarla prima di aggredirla sessualmente. “Fonte : Bild

Secondo il rapporto, ha poi afferrato la ragazza per il collo e ha minacciato di ucciderla dicendole: “Sarai uccisa”. E poi fuggito dopo aver colpito la ragazza con uno schiaffo in pieno viso.

Un bagnino è corso in aiuto della ragazza dopo aver sentito le sue grida e ha avvisato la polizia.

L’adolescente iracheno (14 anni), che è noto alla polizia per furto e danneggiamento, è ora in stato di detenzione.

Negli ultimi anni, e soprattutto questa estate, la Germania ha visto un drastico aumento di aggressioni sessuali a ragazze minorenni, intimidazioni, aggressioni di gruppo e comportamenti violenti nelle piscine pubbliche da parte dei migranti, .

Il 29 giugno, la polizia ha dovuto chiudure una piscina pubblica di Düsseldorf dopo che un gruppo di migranti del Nord Africa ha intimidito e terrorizzato i presenti.

La settimana prima nella città tedesca di Essen, due bagnini sono stati aggrediti da una banda di “giovani”..

Lo stesso giorno, a Bielefeld, Germania, un uomo di 32 anni è stato picchiato da tre migranti in una piscina.

Nel mese di luglio, una giornalista di una rivista femminista con sede in Colonia, ha scritto che i giovani migranti sono responsabili della maggior parte delle aggressioni sessuali che si verificano nelle piscine all’aperto in Germania.

Peter Harzheim, il presidente dell’Associazione federale di nuoto ha dichiarato: “Le donne sono massicciamente molestate dai migranti.
Inoltre, v’è un elevato grado di violenza e la mancanza di qualsiasi rispetto! Una piscina all’aperto dovrebbe essere un luogo di svago e non un luogo di orrore!

Le cose vanno così male che Düsseldorf ha imposto un sistema di identificazione obbligatoria per combattere il drastico aumento delle aggressioni sessuali e comportamenti riottosi tra i migranti ‘giovani‘ in gran parte del Nord Africa.

Il problema non è presente solo in Germania ma è sempre più frequente anche in Francia.

Poche settimane fa in Francia, due migranti moldavi sulla trentina sono stati brutalmente picchiati da una folla di persone in una piscina all’aperto per aver aggredito sessualmente due ragazze minorenni di12 e 15 anni.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento