World News

Germania: “molestatori sessuali” condannati a visitare i bordelli come ‘terapia’

Germania: “molestatori sessuali” condannati a visitare i bordelli come ‘terapia’

Ai criminali sessuali nello stato tedesco del Nord Reno-Westfalia è stato permesso di visitare le prostitute nei bordelli per “motivi terapeutici”.

Il Landschaftsverband Westfalen-Lippe (LWL) ha confermato il rapporto di Venerdì dalle Der Spiegel, che ha scritto che ai pazienti della clinica psichiatrica nel sistema penale di Lippstad-Eickelborn è stato consentito di visitare le prostitute nei bordelli come parte della loro terapia. Fonte: Kronen Zeitung

La clinica ha ammesso che le prostitute che lavorano nei bordelli non sono state informate su che tipo di persone avrebbero avuto a che fare.
La clinica ha dichiarato alla stampa tedesca che le visite erano necessarie per far socializzare i colpevoli di reati a sfondo sessuale con le donne.

La “tecnica terapeutica” è stato sperimentata anche nel sistema penale Osnabrück, in Bassa Sassonia nel 2001. In quel particolare esperimento terapeutico, una prostituta è stato portato presso la clinica in modo che i colpevoli di reati a sfondo sessuale e “intellettualmente deteriorati” potessero praticare il sesso senza violenza.

Rüdiger Müller-Isberner, un ex direttore delle forze dell’ordine nello stato di Hesse, etichetta le presunte pratiche terapeutiche come “assurde” e “eticamente discutibili”.

Alla luce delle rivelazioni, sia il partito dei Verdi che l’Unione Cristiano-Democratica (CDU) hanno annunciato che in futuro avrebbe esaminato i dettagli del programma.

La prostituzione in Germania è legalmente regolata e tassata.

N.D.R. “In parole povere : “Sei uno stupratore ? Ti paghiamo noi il sesso libero !””

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento