Islam / Migranti

Germania: polizia Amburgo spara ad aggressore con coltello che grida ‘Allahu Akbar’

Germania: polizia Amburgo spara ad aggressore con coltello che grida ‘Allahu Akbar’

L’unità di intervento ha tentato senza successo di pacificare l’aggressore con spray al peperoncino

Mentre gridava “Allahu Akbar”, un uomo ad Amburgo ha aggredito gli automobilisti con un coltello venerdì pomeriggio della scorsa settimana. La polizia non è riuscita a pacificare l’uomo con un taser e uno spray al peperoncino, e l’unità di intervento alla fine ha sparato all’aggressore, riferisce il quotidiano Bild.

L’incidente è avvenuto intorno alle 16:00.m vicino al parco cittadino di Amburgo, nel quartiere di Winterhude. L’ignoto ha minacciato autisti e ha accoltellato auto mentre gridava “Allahu Akbar”. Mentre si avvicinava alla polizia con un coltello, uno di loro gli ha sparato contro. L’aggressore è morto per le ferite riportate.

Secondo la portavoce della polizia Sandra Levgrün, deve essere presa in considerazione una motivazione religiosa dietro l’attacco

Si tratta del secondo caso di questo tipo che si verifica in Europa. Nella periferia di Nantes, in Francia, un uomo è entrato in una stazione di polizia e ha accoltellato una poliziotta.

La donna sulla quarantana ha riportato numerose ferite, in particolare alle gambe e alle braccia. Il movente del delitto non è ancora chiaro. La polizia ha arrestato l’uomo nel pomeriggio sulla base delle informazioni fornite dai testimoni dell’attacco. L’uomo è stato colpito durante un blitz della polizia e poi ha ceduto alle ferite riportate. Secondo i media francesi, l’aggressore era un musulmano radicalizzato e un individuo malato di mente.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento