Islam / World News

Germania : Stop ai religiosi musulmani che hanno legami con la Turchia

Germania : Stop ai religiosi musulmani che hanno legami con la Turchia

Secondo quanto riferito da Deutsche Welle.la Germania sta cercando di limitare l’influenza di alcuni paesi (ed in particolare della Turchia) sui religiosi Islamici che operano nel proprio territorio.

Lo stretto rapporto tra l’Unione turco-islamica per gli affari religiosi (DITIB) e Ankara è stato recentemente al centro del dibattito politico tedesco.
Il mese scorso, la Germania ha proposto una legge che rende le corretta conoscenza linguistica del tedesco un requisito necessario per i religiosi stranieri musulmani, imam; una mossa che potrebbe mettere a repentaglio le posizioni di centinaia di imam turchi nel paese.

Secondo Deutsche Welle il 90% degli imam, che predicano in circa 2.500 moschee in Germania, provengono dall’estero, soprattutto dalla Turchia,

DITIB (Türkisch-Islamische Union der Anstalt für Religion) è stata ripetutamente richiamata dai politici tedeschi affinchè faccia quanto necessario per rendersi indipendente dalla Turchia, e per trovare modi diversi per finanziare gli imam addestrati in Germania, dal momento che gli imam in servizio sono attualmente pagati dalla Turchia.

Secondo il segretario generale della DITIB Abdurrahman Atasoy, l’istituzione religiosa sta cercando risorse finanziarie per addestrare i religiosi musulmani in Germania e per pagare direttamente i loro stipendi.

L’unione islamica, creata nel 1984 come filiale della direzione degli affari religiosi turca (Diyanet), finanzia circa 900 moschee in Germania e vanta un numero di membri pari a circa 800.000.
Mentre DITIB dice che non è ufficialmente collegata allo stato turco, nel 2017 è stata accusata di spionaggio con conseguente sospensione temporanea dei finanziamenti federali.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento