Politica / World News

Giovane madre colpita a morte, dopo aver detto ai sostenitori di BLM che ‘tutte le vite contano’

Giovane madre colpita a morte, dopo aver detto ai sostenitori di BLM che ‘tutte le vite contano’

Jessica Doty Whitaker, una giovane madre di Indianapolis, Indiana, è stata colpita a morte mentre camminava con il suo fidanzato e altre due persone.

Ecco come l’hanno descritto i media locali.

Dal quotidiano del luogo:

L’incidente è iniziato “con una discussione su Black Lives Matter e il linguaggio delle vite nere”, secondo la famiglia della vittima, Fox 59 reported. “Alla fine le due parti si sono separate e si sono allontanate l’una dall’altra, finché i testimoni hanno detto che l’assassino ha aperto il fuoco da un ponte vicino ed è fuggito.”

Il fidanzato Jose Ramirez, che era con Doty Whitaker, 24 anni, al momento dell’omicidio, ha detto alla stazione di notizie: “È stato scioccante se ne sono andati su per la collina e abbiamo pensato che avessero lasciato perdere, ma si sono seduti su St. Claire in attesa che noi arrivassimo sotto il ponte ed è stato allora che è stata colpito.”

Secondo Ramirez, qualcuno nell’altro gruppo ha urlato “BLACK LIVE MATTER” e qualcuno nel gruppo di Ramirez, forse Doty, ha detto “tutte le vite contano”. Il padre di Doty, Robert Doty, ha confermato al Daily Wire che sua figlia diceva “tutte le vite contano”.

Suo padre, suo nonno e il suo fidanzato hanno espresso tutti il loro desiderio di giustizia.

Postando su Facebook, il padre in lutto ha mostrato un tatuaggio del nome di sua figlia sulla schiena, che ha fatto giorni dopo il suo omicidio.

“Lei non avrebbe dovuto perdere la vita. Aveva un figlio di 3 anni che amava molto”, ha detto a Ramirez Fox 59. “È difficile dirgli che sua madre è in paradiso e se vuoi parlarle devi alzare lo sguardo e dire: ‘Ti amo mamma’”

“Stiamo attraversando un brutto periodo,” ha aggiunto il fidanzato. “Il bambino di 3 anni non capisce nemmeno. Voglio solo giustizia per Jessica e suo figlio e la sua famiglia.” […]

“Perché nessuno è indignato per questo?” ha chiesto il nonno. “Adesso che è BLM coinvolto ! e che sono stati i giovani bianchi ad essere vittime?”

Hanno iniziato un GoFundMe per il servizio e per suo figlio.

Ma il punto è ben fatto. Dov’è l’attenzione dei media su questo caso? Perché i media non vogliono pubblicare nulla di negativo associato al BLM? Speriamo che siano in grado di rintracciare la gente dietro questo, ma un bambino è ora senza una madre a causa di follia.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento