Islam / Migranti / Politica

Gli esorcisti musulmani uccidono una donna di Berlino di 22 anni: agli aguzzini è stato permesso di uscire dal tribunale come uomini liberi

Gli esorcisti musulmani uccidono una donna di Berlino di 22 anni: agli aguzzini è stato permesso di uscire dal tribunale come uomini liberi

A Berlino, uno studioso islamico, un hodja e altri tre musulmani sono sotto processo.

Hanno dato acqua salata a una giovane donna fino alla sua morte dopo un calvario durato diversi giorni.

Contesto:
La donna di 22 anni non ha dato figli al marito per quattro anni. La hodja ha concluso che era posseduta dal diavolo. E il diavolo doveva essere scacciato con la “cura dell’acqua salata”. Fonte: quotidiano Bild.

L’audizione delle prove ha portato alla luce alcuni fatti macabri:

Il marito, i genitori della giovane donna e la hodja custodivano alternativamente la 22enne.
Ha bevuto l’acqua salata, che ha danneggiato gli organi e il cervello.
Quando non è più stata fisicamente in grado di berla da sola, i quattro imputati l’hanno assistita, mentre l’ Hodja leggeva versi del Corano.

Ogni frequentatore di cinema che ha visto “Mutiny on the Bounty”, per esempio, sa che le persone muoiono se bevono troppa acqua salata.

Inoltre, il corpo resiste al suo assorbimento. Ci vuole una notevole quantità di ignoranza ed energia criminale per torturare una persona per giorni e ucciderla versando acqua salata nel corpo.

Chiunque assuma che una “cura dell’acqua salata” sia innocua e possa scacciare il diavolo non è ovviamente veramente mentalmente sano e non si rende conto di vivere nel XXI secolo.

La magistratura di Berlino, tuttavia, ha concesso agli imputati un privilegio culturale: tutti e quattro sono in libertà.

Immaginate le proteste in politica e sui mass media se questo trattamento fosse stato riservato a degli imputati tedeschi sospettati di aver causato la morte di un essere umano in modo così crudele!

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento