World News

Gli Houthi dello Yemen uccidono cinque persone dopo che il villaggio ha respinto la campagna di arruolamento forzato.

Gli Houthi dello Yemen  uccidono cinque persone dopo che il villaggio ha respinto la campagna di arruolamento forzato.

Cinque civili tra cui una donna sono stati uccisi e dozzine di altri feriti dopo che gli abitanti di un villaggio del centro dello Yemen si sono rifiutati di lasciare che i ribelli Houthi (gruppo armato prevalentemente sciita zaydita) li arruolassero con la forza.

I ribelli sono arrivati nel villaggio di Al Masaqira, nel distretto di Al Hada, nella provincia di Damar, nello Yemen centrale, giovedì scorso, secondo quanto riferito da una fonte governativa al National, ma i locali hanno rifiutato di unirsi a loro.

I ribelli Houthi hanno attaccato Al Masaqira e si sono scontrati con i residenti che si sono rifiutati di inviare i loro figli al fronte per combattere con loro.

La milizia di Houthi ha ucciso cinque civili e ferito numerosi altri abitanti del villaggio“.

Le forze della milizia hanno assediato il villaggio, arrestato 146 abitanti e costretto a sfollare donne e bambini con la forza, bombardando e distruggendo le abitazioni“.

Il ministro dei diritti umani yemenita, il dott. Mohammed Askar, ha condannato la campagna contro i residenti di Al Masaqira.

Il governo yemenita ha condannato la campagna degli Houthi contro i civili e criticato il silenzio della comunità internazionale sui crimini contro coloro che vivono nei territori sotto il controllo dei ribelli.

Sono sorpreso dall’incapacità della comunità internazionale e del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di intraprendere azioni severe contro la milizia mentre conducono tali atrocità contro civili disarmati“, ha affermato il dott. Askar.

Il silenzio internazionale incoraggia la milizia a proseguire con tali atrocità“.

Damar, quasi 100 chilometri a sud della capitale Sanaa, è una regione ancora controllata dagli Houthi.

I ribelli hanno intensificato gli attacchi contro le aree controllate dalle Forze congiunte nell’Hodeidah orientale e meridionale.

Sabato scorso hanno attaccato siti controllati dalle brigate Al Amalikah nel distretto di Al Duraihimi nella parte orientale di Hodeidah, ha detto al National il colonnello Wathah Al Dubaish, portavoce delle Joint Forces.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento