Islam

Gli islamisti minacciano di uccidere un altro insegnante

Gli islamisti minacciano di uccidere un altro insegnante

Le autorità francesi hanno fornito protezione all’insegnante Didier Lemaire, che ha ricevuto diverse minacce di morte anonime dopo aver avvertito contro la diffusione dell’Islam radicale nel paese.

Lemaire dovrà ora vivere sotto la protezione della polizia, secondo il ministro dell’Interno Gérald Darmanin. Fonte: AP

La polizia stava già fornendo una protezione non specifica all’insegnante di filosofia, ma Darmanin ha detto che le autorità l’hanno innalzata alla massima protezione possibile, includendo un autista e una guardia del corpo aggiuntiva. Il ministro non ha detto se l’insegnante ha accettato l’offerta.

Lemaire tiene conferenze di filosofia all’Università di Trappes, situata in un sobborgo di Parigi. Le minacce sono iniziate, secondo Lemaire, dopo aver pubblicato un testo lo scorso autunno in cui criticava pubblicamente lo Stato per non aver fatto abbastanza per proteggere Samuel Paty, l’insegnante di scuola media decapitato da un terrorista islamista.

Governo accusato di negligenza, messo in guardia contro la diffusione dell’Islam radicale

In ottobre, un immigrato ceceno di 18 anni ha ucciso Samuel Paty a Conflans-Sainte-Honorine, vicino Parigi. . La polizia ha inseguito e ha sparato all’aggressore, che non conosceva la sua vittima, poco dopo il delitto.

Poche settimane dopo l’omicidio di Paty, in un articolo pubblicato su Le Point, Lemaire ha criticato le autorità francesi per aver sottovalutato la minaccia islamista.Prima del suo omicidio, Paty aveva affrontato dure critiche sui social media.

Lemaire ha avvertito che “il settarismo sta sempre più cogliendo i corpi e le anime degli uomini”.

L’insegnante di filosofia ora vive sotto la protezione della polizia. “Seguendo i suoi desideri, le autorità locali, in collaborazione con la polizia, gli forniranno condizioni tali da poter continuare a lavorare”, ha detto il consiglio scolastico regionale in un comunicato.

Macron ha bandito alcune organizzazioni

L’assassinio di Paty è divenuta rapidamente una storia nazionale, spingendo manifestazioni in tutta la Francia a sostegno della libertà di parola. La memoria di Paty è stata onorata anche dal presidente Emmanuel Macron, che ha difeso il diritto di stampare vignette sul profeta Maometto. Da allora l’amministrazione Macron ha vietato diverse organizzazioni considerate islamiste e ha proposto una legislazione che vieta, tra le altre cose, il finanziamento di organizzazioni islamiche dall’estero.

Immagine del titolo: Le persone tengono una foto dell’insegnante di storia Samuel Paty durante una marcia commemorativa il 20 ottobre 2020 a Conflans-Sainte-Honorine, a nord-ovest di Parigi. Samuel Paty è stato decapitato da un profugo ceceno di 18 anni, nato a Mosca, che è stato poi ucciso dalla polizia. I funzionari di polizia hanno dichiarato che Paty aveva discusso con la sua classe di alcune caricature del profeta Maometto e dell’Islam. (AP Photo/Lewis Joly)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento