World News

Grazie alle politiche di aiuto alle famiglia che lavorano l’Ungheria celebra l’aumento del 9,4% delle nascite

Grazie alle politiche di aiuto alle famiglia che lavorano l’Ungheria celebra l’aumento del 9,4% delle nascite

Invece di scegliere l’immigrazione per invertire l’annosa tendenza demografica al ribasso delle nascite, il governo conservatore ungherese ha scelto una politica sociale ed economica che favorisce tassi di natalità più elevati.

Questo scelta sembra funzionare, con il governo ungherese che continua ad attuare politiche a favore della famiglia, proprio mentre la crisi coronavirus devasta l’Europa.

“Nel 2010 abbiamo iniziato a costruire un paese per le famiglie… Il nostro obiettivo principale è quello di eliminare i fardelli che le coppie affrontano quando decidono di avere figli”, ha detto Katalin Novàk, Segretario di Stato per la Famiglia, la Gioventù e gli Affari Internazionali a Breitbart in un’intervista. Il 42enne Novàk, avvocato di formazione e dal 2017 vicepresidente del partito conservatore Fidesz, ed ha tre figli.

“Le recenti cifre demografiche parlano da sole, il numero di matrimoni è ai massimi da 40 anni, il tasso di natalità ai massimi da 20 anni, mentre i divorzi non sono stati così bassi come l’anno scorso negli ultimi sei decenni”, ha aggiunto.

Eduard von Habsburg, ambasciatore ungherese presso la Santa Sede, ha salutato con un post il grande aumento delle nascite anno dopo anno grazie alle politiche pro-famiglia dell’Ungheria sui social media.

Nel corso di una conferenza stampa di questa settimana, ha dichiarato che “il governo continuerà a sostenere le famiglie durante l’epidemia di coronavirus”, con il segretario di stato che riconosce le sfide che il coronavirus pone ogni famiglia.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento