World News

Grecia: arrestati estremisti di sinistra che hanno cercato di fare esplodere la casa dell’ex ministro

Grecia: arrestati estremisti di sinistra che hanno cercato di fare esplodere la casa dell’ex ministro

Una coppia di estremisti di sinistra che ha tentato di far detonare esplosivi fuori la casa dell’ex ministro di Stato Dimitris Stamatis sono stati arrestati dalle autorità greche.

Mercoledì mattina, la polizia greca ha arrestato una donna di 28 anni e un uomo di 27 anni nel distretto di Salonicco, mentre il maschio stava tentando di piazzare un ordigno esplosivo incendiario al di fuori della casa dell’ex ministro conservatore. Fonte: Proto Thema .

Dopo aver preso i due estremisti in custodia, la polizia ha condotto perquisizioni in quattro case nel centro della città dove vivevano. Durante la ricerca, gli investigatori hanno recuperato esplosivi fatti in casa, lacrimogeni, bottiglie di plastica con materiali infiammabili, spray al peperoncino, cannabis, una fionda con bulloni metallici e una varietà di materiale elettronico.

Le autorità hanno accusato la coppia di aver violato le leggi sulle armi, tentato di formare un’organizzazione criminale, tentato incendio doloso, tentato bombardamento, costruzione e possesso di esplosivi, possesso di droga e resistenza all’arresto.

Si ritiene che altri dieci individui siano collegati al caso.

La polizia è stata avvisata per la prima volta dopo che una donna è stata vista in sella a una bicicletta osservare ripetutamente il condominio dell’ex ministro. Poco dopo, il maschio è stato visto nella stessa zona nel tentativo di piazzare l’esplosivo.

Nonostante le schiaccianti prove contro, entrambi hanno negato le accuse.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento