Politica / World News

Grecia: attivisti di estrema sinistra bruciano la bandiera americana fuori dall’ambasciata degli Stati Uniti

Grecia: attivisti di estrema sinistra bruciano la bandiera americana fuori dall’ambasciata degli Stati Uniti

Attivisti di estrema sinistra nella città greca di Salonicco hanno incendiato una bandiera americana durante una manifestazione che si è svolta all’inizio di questa settimana al di fuori dell’ambasciata degli Stati Uniti.

I manifestanti si sono riuniti vicino alla statua di El Venizelou e poi hanno marciato attraverso le principali arterie della città, prima di raggiungere l’edificio del consolato degli Stati Uniti, dove hanno bruciato la bandiera americana.

Il gruppo ha cantato slogan di sinistra e ha mostrato cartelli che recitavano “Solidarietà con gli insorti statunitensi” e “Solidarietà con le vittime del razzismo e della violenza della polizia negli Stati Uniti”. Fonte:Proto Thema .

Questa settimana, diverse proteste a sostegno degli “insorti statunitensi” hanno avuto luogo in tutta Europa.

Ieri sera, la polizia di Stoccolma, in Svezia, ha disperso la folla in diverse proteste illegali di Black Lives Matter. Altre 40.000 persone hanno partecipato a una manifestazione online “antirazzista” martedì che è stata organizzata dai gruppi Stop Afrophobia, l’Associazione Afro-Swedes e il Forum degli Afro-Swedes.

Sempre martedì 20.000 manifestanti di Black Lives Matter e attivisti di sinistra a Parigi, ha manifestato in risposta a una chiamata del comitato di sostegno alla famiglia di Adama Traoré, un uomo nero di 24 anni morto nel 2016 dopo essere stato arrestato.

Lunedì, diverse migliaia di manifestanti – tutti sfidando le misure di distacco sociale – si sono riuniti in Piazza della Diga, nel centro di Amsterdam, per protestare contro la brutalità della polizia e la morte di George Floyd.

Sempre lunedì, un gruppo che si riferisce a se stesso come “Black Lives Matter Belgium” ha sfidato le misure di distacco sociale e ha protestato a Gand, Belgio.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento