Politica / World News

Grecia: Caccia turchi molestano elicottero greco

Grecia: Caccia turchi molestano elicottero greco

I Caccia turchi hanno molestato un elicottero che trasportava Nikolaos Panagiotopoulos, ministro della difesa nazionale greco, e il generale Konstantinos Floros, capo di stato maggiore della Grecia, primi due comandanti militari del paese.

I due stavano per visitare gli avamposti militari greci sulle isole del Mar Egeo orientale vicino alla Turchia, ma ancora all’interno dello spazio aere greco, due F-16 turchi li hanno intercettati inaspettatamente e hanno iniziato a volargli accanto, facendo pericolose manovre vicino all’elicottero. Fonte: Greek City Times.

L’incidente è avvenuto alle 11:30 circa di domenica 3 maggio 2020, poco dopo il decollo dell’elicottero da Oinousses.
Gli aerei turchi, poco tempo dopo, hanno nuovamente sorvolato lo spazio aereo greco sopra Agathonisi. Infine dopo l’intervento dei militari greci hanno lasciato l’area.

Mentre le violazioni dei confini territoriali greci da parte delle forze armate turche non sono una novità, questo incidente è stato notevole per la sua natura particolarmente provocatoria, essendo stato effettuato con la piena consapevolezza della presenza dei capi militari greci.

Il presidente turco Recep Erdogan parla a lungo del suo desiderio di una “Patria blu” per la Turchia, che comprenda l’espansione territoriale, con il controllo delle isole dell’Egeo orientale che attualmente fanno parte della Grecia.

Il Ministero della Difesa greco ha condannato l’incidente. “Si tratta di un’altra azione inaccettabile che riafferma ancora una volta il ruolo negativo della Turchia nella regione, insistendo sulle percezioni anacronistiche delle relazioni internazionali. La invitiamo ad entrare nel XXI secolo.” Fonte: Greek City Times

Panagiotopoulos ha criticato la provocazione dei turchi, ma ha detto che la Grecia non ha paura. Si è inoltre congratulato con i soldati impegnati nella protezione del confine greco con la Turchia.

Negli ultimi mesi la Turchia ha intensificato i suoi tentativi per intimidire la Grecia.
La settimana scorsa, le forze turche hanno sparato oltre confine verso la Grecia in diverse occasioni.

Inoltre il flusso costante di migranti clandestini attraverso il confine greco-turco, spesso assistito dalle forze armate turche, rimane un problema non solo per la Grecia, ma per tutta l’Europa.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento