Migranti / World News

Grecia: I migranti illegali distruggono un altro uliveto

Grecia: I migranti illegali distruggono un altro uliveto

Un altro uliveto sull’isola greca di Lesvos è stato recentemente distrutto da migranti illegali. La Germania ha annunciato ieri che acquisiranno più migranti dalle isole greche.

L’uliveto che è stato bruciato era vicino al campo di migranti di Moira, il più grande dell’isola. Era stato piantato solo pochi anni fa. “Che cosa possono offrirti l’agricoltura e l’allevamento di bestiame adesso?”, ha detto Makis Pavlellis, un residente locale che ha fotografato i numerosi atti di distruzione squallida perpetrati dai migranti, secondo un rapporto del Greek City Times. titolato :
“Vedi il tuo interesse, noleggia i tuoi campi alle ONG.”

I migranti illegali hanno già abbattuto migliaia di ulivi sull’isola.
Ci sono stati anche molti casi di chiese vandalizzate e profanate dai criminali per lo più musulmani, così come gli attacchi alla polizia e alla gente del posto.

Le isole greche del Mar Egeo sono state in prima linea nella crisi dei migranti fin dall’inizio, e il numero ufficiale di migranti illegali attualmente ospitati è di oltre 40.000. Circa la metà di questi vive sull’isola di Lesvos.
La gente del posto era inizialmente accogliente, ma molti sono ormai stanchi dei migranti dato il loro impatto distruttivo.

La maggior parte dei migranti nei campi dell’Egeo sono afghani (49%), seguiti dai siriani (19%) e somali (6%). Il 45% di loro sono uomini adulti, il 22% sono donne e il 33% sono “minori”.

Nel frattempo, il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer, ha annunciato ieri che il suo paese prenderà altri 249 migranti dalle isole greche, secondo un altro rapporto del Greek City Times, in aggiunta ai 47 già accettati nel mese di aprile.

La mossa ha lo scopo di alleviare il sovraffollamento nei campi di migranti, che sono visti come ad alto rischio di focolaio di coronavirus Wuhan (COVID-19) date le loro condizioni, che limitano la capacità dei migranti di praticare misure di distacamento sociale.

Seehofer ha precisato che la maggior parte dei migranti che avrebbero preso sono malati o sono bambini piccoli.
Simili affermazioni sono state fatte sui migranti che sono stati accettati in aprile, tuttavia, nonostante il fatto che le fotografie e i loro video non sono arrivati si è dimostrato che in realtà non si trattava nè di bambini nè di persone malate.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento