Politica / World News

Grecia: il Primo Ministro elogia gli sforzi internazionali per garantire lo “scudo dell’Europa”

Grecia: il Primo Ministro elogia gli sforzi internazionali per garantire lo “scudo dell’Europa”

Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha soprannominato il Mar Egeo e il fiume Evros lo “scudo dell’Europa”, riferendosi alla battaglia in corso contro i migranti provenienti dalla Turchia.

Decine di migliaia di migranti hanno tentato di entrare in Grecia nelle ultime due settimane da quando il presidente turco Recep Erdoğan ha annunciato che la Turchia avrebbe permesso loro di attraversare il loro territorio e di tentare di entrare in Europa alla fine di febbraio. Le forze di sicurezza greche hanno combattuto i migranti ogni giorno da allora.

I migranti hanno usato armi e molotov contro i Greci, dando fuoco alla barriera di confine e la polizia turca li sta aiutando nei loro sforzi per sfondare il confine sparando gas lacrimogeni.

Mitsotakis ha elogiato il fatto che altre nazioni europee stiano inviando personale di sicurezza per rafforzare il confine greco. “Da oggi la bandiera greca sventolerà a Evros, così come quella austriaca e quella Cipriota e presto le bandiere di molti altri stati membri dell’UE”, ha twittato martedì. “Evros e l’Egeo sono lo scudo dell’Europa.”

In queste ore, il servizio di migrazione austriaco arriva in Grecia. La bandiera greca, così come quella Cipriota e Austriaca, sventoleranno oggi verso Evros, che è lo “scudo” d’Europa. pic.twitter.com/k3yhcGDUzx

– Primo Ministro GR (@PrimeministerGR) 10 marzo 2020

Oltre all’Austria, tutti i paesi del gruppo Visegrád – Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia – si sono impegnati a inviare forze per sostenere gli sforzi greci. La Finlandia si è offerta di inviare personale, ma ha affermato che potrà essere utilizzato solo per aiutare a registrare le domande di asilo da parte dei migranti piuttosto che proteggere il confine. La Finlandia non è d’accordo sulla decisione della Grecia di sospendere l’accettazione delle richieste di asilo.

Le autorità greche hanno riferito di aver impedito a oltre 44.000 migranti di entrare illegalmente in Europa finora questo mese.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento