World News

Grecia: sono stati respinti oltre 50.000 migranti da quando Erdogan ha “aperto le porte”

Grecia: sono stati respinti oltre 50.000 migranti da quando Erdogan ha “aperto le porte”

Il governo greco ha annunciato che 52.541 migranti hanno tentato di attraversare illegalmente il confine da quando il leader del regime turco Recep Erodgan ha “aperto le porte” in modo che i migranti potessero dirigersi verso l’Europa continentale.

Da quando Erdogan ha aperto le porte sabato 29 febbraio per tutti i migranti che attualmente soggiornano in Turchia, ogni giorno centinaia di immigrati clandestini – la maggior parte dei quali uomini in età militare – tentano di attraversare il confine illegalmente per raggiungere la Grecia e l’Unione europea .

Nonostante alcuni rapporti affermino che l’intensità al confine greco-turco è diminuita nell’ultima settimana, il quotidiano greco Proto Thema ha riferito che tra domenica e lunedì di questa settimana 713 migranti illegali hanno tentato di attraversare illegalmente la Grecia.

Il quotidiano greco nota inoltre che tra sabato 29 febbraio e lunedì 16, un totale di 52.541 migranti hanno tentato di attraversare illegalmente il confine. Nello stesso periodo, le forze di sicurezza greche sono riuscite ad arrestare 410 migranti che hanno violato la legge.

Da quando “hanno aperto le porte” il regime turco è stato accusato di accompagnare migliaia di migranti nella regione di Kastanies vicino al fiume Evros e di armare gli invasori migranti con bombole di gas lacrimogeno da usare contro le guardie di frontiera greche.

L’agenzia di frontiera dell’Unione europea Frontex, per rafforzare le forze di sicurezza greche, ha schierato oltre 100 guardie dei 22 Stati membri.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento