World News

Grecia: tutti i migranti arrivati ​​dopo il 1 marzo verranno espulsi

Grecia: tutti i migranti arrivati ​​dopo il 1 marzo verranno espulsi

Il governo conservatore della Grecia ha annunciato che espellerà tutti i migranti illegali che sono arrivati ​​sul suo territorio dopo il 1 ° marzo.

Il ministro della migrazione greco Notis Mitarachi ha annunciato mercoledì sera tardi che il governo avrebbe trasferito tutti i migranti che erano arrivati ​​illegalmente nel suo territorio dopo il 1 ° marzo nella città di Serres, dove saranno poi rimpatriati nei loro paesi d’origine. Fonte: Reuters.

Dal 28 febbraio, quando la Turchia ha annunciato che avrebbe aperto le sue frontiere e permesso a tutti i migranti di attraversarle per raggiungere l’Europa continentale, migliaia di migranti si sono riversati sul territorio della Grecia.

Parlando con l’agenzia di stampa di Atene, Mitarachi ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è di riportarli nei loro paesi“, osservando che i migranti che sono entrati in Grecia prima del 1 ° gennaio 2019 e che vivono nelle isole greche sarannoi trasferiti sulla terraferma greca nei prossimi giorni.

Il primo di questo mese, il governo greco ha annunciato che non avrebbe accettato nuove domande di asilo per almeno un mese alla luce dell’invasione straniera che si trovano ad affrontare al confine meridionale.

Le nazioni dell’Europa centrale di VisegrádUngheria, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia – si sono impegnate a sostenere la Grecia al suo confine meridionale nel caso ne avesse bisogno.

Oggi, un ufficiale di polizia greco ha detto ai giornalisti di Reuters: “Oggi la situazione è calma . Ieri abbiamo fermato un gruppo di 150 migranti. Saremo qui tutto il tempo necessario.  Inoltre, nessuna barca piena di migranti è stata avvistata al largo dell’isola greca di Lesbo, molto probabilmente a causa delle difficili condizioni del mare“.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento