World News

Hezbollah usa la Germania per finanziare il terrorismo, e per acquistare armi

Hezbollah usa la Germania per finanziare il terrorismo, e per acquistare armi

Circa 30 moschee e centri culturali in Germania hanno collegamenti con Hezbollah, secondo un rapporto dell’agenzia di intelligence di Amburgo del 2019.

L’organizzazione terroristica libanese Hezbollah utilizza un centro a Berlino e altre sedi in Germania per reclutare membri e raccogliere fondi per acquisire adepti e per acquistare armi. Fonte: quotidiano berlinese Tagesspiegel.

Tagesspiegel ha pubblicato sabato un’esposizione dettagliata su come l’organizzazione terroristica libanese usa la Germania per attività illecite “generate dal denaro” e come quei fondi sono “usati per gli acquisti di armi e per finanziare attacchi terroristici“.

Secondo l’articolo, i membri di Hezbollahusano la Germania come luogo per il traffico di droga, il commercio di auto rubate e il riciclaggio di denaro. Le implicazioni del gruppo per il business della droga sono ben documentate “.

Il rapporto afferma che le “rotte principali di Hezbollah ora si spostano dal Sud America all’Africa verso l’UE.

La cocaina raggiunge la Germania principalmente attraverso i porti di Rotterdam, Anversa e Amburgo. ”

All’interno della capitale di Berlino, “Hezbollah è anche autorizzato a diffondere propaganda qui nella Reuterstrasse, reclutare nuovi membri, raccogliere donazioni e poi inoltrarle a Beirut“, ha riferito Tagesspiegel.

Il Centro islamico Imam Riza, un’istituzione sciita, si trova in Reuter Street, nel quartiere berlinese di Neukölln.

L’agenzia di intelligence di Berlino – l’equivalente approssimativo di Shin Bet – ha rivelato nel suo rapporto del 2019 che 250 membri di Hezbollah vivono nella capitale. Un totale di 1.050 membri e sostenitori di Hezbollah operano in tutta la Germania, secondo altri rapporti dell’intelligence tedesca.

Muhamad Abdi e Sebastian Leber, i giornalisti di Tagesspiegel che hanno scritto l’articolo di sabato, hanno riferito che l’islamista Tevekkül Erol, del centro islamico Imam Riza, ha predicato contro Israele e diffonde la propaganda di Hezbollah su Twitter e Facebook.

Erol fa circolare messaggi di incitamento da parte dei leader di Hezbollah che vengono celebrati come “i giusti combattenti” contro gli Stati Uniti. Ha anche pubblicato il logo Hezbollah che raffigura un braccio sollevato che afferra un fucile d’assalto AK-47.

Quando gli è stato chiesto da Tagesspiegel se è un membro di Hezbollah, Erol ha rifiutato di commentare.
Il giornale di Berlino ha scritto che Erol è pieno di rabbia mentre rimprovera i “sionisti che uccidono i nostri fratelli in Palestina con le bombe“.

Il radicale islamista si lancia contro gli Stati Uniti e i musulmani che osano fare affari con i “sionisti” o stringere relazioni diplomatiche con Israele, osserva il rapporto. Ha anche detto che Erol ha affermato che questi musulmani che si allineano con gli Stati Uniti e Israele si pentiranno delle loro cattive azioni.

Ha dichiarato: “Finiranno tutti all’inferno“.

L’articolo di Tagesspiegel riporta che Erol diffonde l’istigazione online, comprese le teorie della cospirazione antisemita. Un esempio lampante, Erol sostiene che gli ebrei sono dietro l’organizzazione terroristica dello Stato islamico. Erol afferma che Abu Bakr al-Baghdadi, leader dello stato islamico ucciso, è ebreo e il suo vero nome è Simaun Eliot.

Il documento riporta che un secondo edificio vicino al centro islamico Imam Riza è un luogo di incontro e preghiera per i sostenitori di Hezbollah. L’associazione Al-Irschad è, secondo i funzionari della sicurezza, un punto caldo per i membri di Hezbollah. L’articolo sostiene che islamisti come Kassem R., che ha promesso la sua lealtà al leader di Hezbollah Hassan Nasrallah su Facebook, visitano Al-Irschad.

Kassem è un barbiere che ha pubblicato fotografie dei suoi due figli in divisa da soldato, uno dei quali aveva in mano un’arma da fuoco.

In Germania, ci sono attualmente circa 30 associazioni culturali e moschee conosciute in cui una clientela si incontra regolarmente vicino a Hezbollah o alla sua ideologia“, ha scritto l’agenzia di intelligence.

Il Jerusalem Post ha riferito in agosto che una moschea di Hezbollah nella città tedesca di Münster ha pubblicato un video scioccante sulla sua pagina Facebook che annunciava l’orgoglio del terrorismo e la sua fedeltà al leader supremo della Repubblica islamica dell’Iran Ali Khamenei.

Un membro libanese della moschea sciita dell’Imam Mahdi Zentrum di Münster ha dichiarato: “Apparteniamo al partito di Ruhollah [Khomeini]. Siamo stati accusati di essere terroristi – siamo orgogliosi del terrorismo “.

A luglio, The Post ha riportato un aumento dei membri di Hezbollah nello stato più popoloso della Germania del Nord Reno-Westfalia, dove si trova Münster. Secondo il documento di intelligence esaminato da The Post, il numero dei membri di Hezbollah è passato da 105 nel 2017 a 110 nel 2018 nella Renania settentrionale-Vestfalia.

Il regime iraniano fornisce a Hezbollah fondi e armi e l’organizzazione sciita libanese è il principale alleato strategico di Teheran in Medio Oriente.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento