Politica / World News

I danesi vogliono riaprire i confini terrestri con la Norvegia e la Germania, ma non con la Svezia

I danesi vogliono riaprire i confini terrestri con la Norvegia e la Germania, ma non con la Svezia

Diversi partiti in Danimarca hanno annunciato il loro sostegno per la riapertura dei confini terrestri del paese con la vicina Norvegia e tedesco, ma non con la Svezia, dove i casi di coronavirus Wuhan e i decessi correlati continuano a salire.

In base alle sue attuali misure di blocco, il governo danese deve annunciare entro il 1° giugno come riaprirà le sue frontiere e a quali paesi sarà aperto.

Mentre il partito socialdemocratico al potere ha suggerito che la Danimarca dovrebbe coordinare la riapertura dei suoi confini con la Svezia, Norvegia e Germania, quindi aprire a tutti nello stesso tempo, i partiti di opposizione hanno sostenuto che il confine svedese dovrebbe rimanere chiuso.

Kristian Thulesen Dahl, uno dei leader del partito popolare danese di destra, ha detto all’emittente danese DR: “Credo che se apri in modo diverso per i turisti provenienti da diversi paesi, puoi anche aprire più velocemente”.

“Non credo certo che si debba ritardare l’apertura della frontiera con la Germania fino a quando non sarà anche ritenuto giustificabile aprire la frontiera con la Svezia”, hadetto Jakob Ellemann-Jensen, leader del partito liberale.

“Se non è giustificabile dal punto di vista sanitario aprire la frontiera con la Svezia, allora gli svedesi possono rimanere dove sono.”

L’idea è sostenuta anche da Pernille Vermund, il leader del Nuovo Partito Civile, e dal leader del Partito Popolare Conservatore.

Ci sono più di 2.000 persone in Svezia che sono attualmente ricoverate in ospedale con coronavirus, rispetto alle 147 in Danimarca e 61 in Norvegia. Ad aggi, sono stati registrati 3.743 decessi in Svezia, rispetto ai 551 in Danimarca, secondo i dati della John Hopkins University.

La scorsa settimana, i paesi baltici di Estonia, Lettonia e Lituania hanno annunciato la creazione di una “bolla di viaggio” alle frontiere aperte. Anche la Polonia e la Finlandia sono state invitate ad aderire alla zona. La Svezia, tuttavia, non ha ancora ricevuto un invito.

Nell’Europa meridionale, la Grecia ha recentemente annunciato che allenterà le restrizioni di viaggio con Bulgaria e Serbia a partire dal 1° giugno .

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento