Migranti / Politica / World News

I due migranti marocchini condannati per incendio doloso in Svezia non saranno espulsi

I due migranti marocchini condannati per incendio doloso in Svezia non saranno espulsi

Svezia: Due cittadini marocchini sono stati condannati a diversi anni di carcere per incendio doloso per aver dato fuoco a un ristorante al primo piano di un edificio residenziale, ma un tribunale svedese si è rifiutato di espellerli nonostante la richiesta esplicita del procuratore.

Il 23enne marocchino Aissa Lyousri è stato condannato dal tribunale distrettuale di Skaraborg a quattro anni e mezzo di carcere per un incendio mirato a un ristorante barbecue a Mariestad. In passato, ha commesso un crimine identico contro un ristorante a Goteborg ed è stato condannato anche per quel crimine.

Il precedente attacco è stato compiuto dal 23enne insieme ad altri tre arabi, uno dei quali è un rifugiato siriano. Nessun movente per l’attacco è mai stato chiarito né c’era alcun collegamento noto tra gli assalitori la pizzeria e i suoi proprietari.

Anche se il procuratore Jacob Tunborg ha chiesto che entrambi gli uomini fossero espulsi dalla Svezia senza un limite di tempo, la corte ha deciso che potevano rimanere nel paese ma solo dopo aver scontato le loro pene detentive, Fonte: Fria Tider.

“In una valutazione complessiva, il tribunale distrettuale rileva che, nonostante il reato grave e ripetuto, non ci sono motivi particolari per espellere Aissa Lyousri e la richiesta di espulsione del pubblico ministero deve quindi essere respinta”, ha scritto il tribunale distrettuale nella sua sentenza.

La ragione di questa decisione è che Aissa Lyousri ha vissuto in Svezia per lungo tempo, e ha due figli nel paese.

“Il marocchino di 28 anni, condannato a quattro anni di carcere per l’incendio doloso, può anche rimanere nel paese dopo aver scontato la sua pena. È arrivato in Svezia come immigrato nel 2016, ha moglie e figli in Svezia e non è stato condannato per alcun crimine grave in Svezia a parte questo incendio”.

Il ristorante alla griglia che gli uomini hanno dato alle fiamme era al primo piano di un edificio residenziale. Nessuna persona è rimasta ferita, ma una donna di 85 anni è stata salvata dai vigili del fuoco che sono rimasti intrappolati nell’incendio. Grazie al rapido intervento dei vigili del fuoco, l’incendio è stato domato e nessuno è rimasto gravemente ferito.

Il 47enne proprietario curdo del ristorante stesso è stato condannato a quattro anni di carcere per aver incitato l’incendio doloso, ed è sospettato di tentativo di frode assicurativa. È arrivato in Svezia dall’Iraq nel 2007 ed è diventato cittadino svedese nel 2013. Pertanto, anche lui non può essere espulso.

“Non ho ancora deciso se presentare ricorso contro il verdetto”, ha detto il procuratore Jacob Tunborg.

Didascalia: Aissa Lyousri ha dato fuoco a un ristorante a Mariestad e ha lanciato una granata in una pizzeria a Goteborg. (Polizia)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento