Politica / World News

I governi della Francia e dei Paesi Bassi vogliono che i giocattoli per bambini siano ‘unisex’

I governi della Francia e dei Paesi Bassi vogliono che i giocattoli per bambini siano ‘unisex’

Alti funzionari del governo olandese e francese stanno lottando affinchè i giocattoli per bambini siano ‘unisex’ senza alcuna distinzione di genere.

Nei Paesi Bassi, il ministro dell’Istruzione del partito di sinistra D66 Ingrid van Engelshoven ha dichiarato che i produttori di giocattoli devono gradualmente eliminare la distinzione ‘stereotipi di genere‘ dai giocattoli. L’anno scorso, il ministro dell’Istruzione ha fatto un appello simile in un discorso. Fonte:  TED .

Allo stesso modo, in Francia, il Segretario per gli affari economici Agnès Pannier-Runacher ha firmato un accordo con i principali produttori di giocattoli, distributori e negozi per combattere i cosiddetti ‘stereotipi di genere‘, Fonte: SCEPTR.

Vogliamo lavorare per lo sviluppo di nuovi giocattoli, ma anche sul modo in cui essi vemgono rappresentati nelle pubblicità e il modo in cui vengono venduti”, dice Pannier-Runacher.

Per Pannier-Runacher, i giocattoli ‘di genere stereotipati‘ sono da biasimare.
Con l’introduzione della ‘Carta per una rappresentazione mista dei giocattoli‘, l’intero settore dei produttori di giocattoli, distributori e negozi avrebbe lavorato a ‘migliorare‘ la ‘neutralità di genere‘.

A partire dal prossimo anno, i negozi di giocattoli francesi elimineranno gradualmente le singole classificazioni di giocattoli per maschiettii e femminucce, le agenzie pubblicitarie non saranno più autorizzate a mettere negli opuscoli e negli scatoli ‘maschio o femmina‘, e i dipendenti che lavorano nei negozi di giocattoli non saranno più autorizzati a chiedere ai genitori se il prodotto è per un ragazzo o una ragazza.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento