Islam / Politica / World News

I Gruppi musulmani vogliono cambiare la Costituzione svedese per vietare la derisioni dell’Islam

I Gruppi musulmani vogliono cambiare la Costituzione svedese per vietare la derisioni dell’Islam

In risposta alle rivolte musulmane nella città di Malmo per gli attivisti danesi di destra che hanno dato fuoco a un Corano, 15 congregazioni musulmane stanno spingendo il governo svedese a cambiarla la costituzione per bandire la derisione dell’Islam.

La mossa di cambiare la costituzione svedese è diventata l’ultima sfida per la società multiculturale svedese. Il paese, che è in gran parte una società laica che valorizza la libertà di parola, è sotto enorme pressione, soprattutto per il timore che incidenti simili potrebbero provocare ulteriori rivolte da parte dei giovani musulmani.

Il 29 agosto, a Malma, in Svezia, i manifestanti islamici e (colmo dei colm i) “antirazzisti” si sono rivoltati in risposta ai sostenitori di estrema destra che hanno bruciato il Corano. Secondo quanto riportato dalla stampa svedese, il leader del partito di estrema destra danese Stram Kurs, Rasmus Paludan, a cui è stato impedito di entrare in Svezia per due anni, ha promosso manifestazioni anti-islamiche a Stoccolma e in altre città svedesi nelle ultime settimane. Fonte: Inside Over.

Il 28 agosto, Paludan ha attraversato il confine per andare a Malma, ma è stato accolto da un gran numero di agenti di polizia alla stazione di Lernacken e costretto a lasciare immediatamente il paese. Anche se Paludan non riuscì mai ad attraversare il paese, altri attivisti danesi riuscirono a incendiare il Corano.
Paesi musulmani come la Turchia hanno condannato il rogo del Corano, ma non c’è stata alcuna condanna per quanto riguarda le rivolte musulmane che ne seguirono.

Paludan ha dichiarato che ha il chiaro e semplice obiettivo di fermare l’islamizzazione in Svezia.

“L’obiettivo è fermare l’islamizzazione della Svezia e tornare ai livelli di islamizzazione dagli anni ’60. Un milione di persone dovrebbero tornare nei loro paesi di origine musulmani o convertirsi a qualcosa di diverso dall’Islam. È chiaro che questo è l’obiettivo”, ha detto Paludan, promettendo di andare avanti fino a quando ogni musulmano lascerà la Svezia.

Dalla fine di agosto, il partito etnico-nazionalista anti-islamico Linea Dura ha bruciato diversi Corani in quella che descrive come le zone svedesi no-go, in particolare nel quartiere Rosengàrd di Malmè.

‘Vietiamo di prendere di mira l’Islam nella Costituzione’

Ora, le organizzazioni islamiche di Stoccolma vogliono fare un cambiamento radicale della costituzione svedese, e vietare la derisioni dell’Islam. Fonte: Dagens Nyhether.

“Vogliamo che sia illegale in Svezia bruciare le sacre Scritture come il Corano o la Bibbia e allo stesso tempo dovrebbe essere vietato deridere le religioni”, ha detto Hussein Farah Warsame, che è membro di una delle 15 congregazioni musulmane che fanno pressioni per un cambiamento.

“Vogliamo un cambiamento politico”, ha sottolineato Abdulla Ali Abdi della moschea Tensta.

Ma Paludan si rifiuta di arrendersi. Sabato, la polizia ha respinto la richiesta di tenere una manifestazione presentata dal suo partito. Le autorità ritengono che vi sia il rischio di una situazione che comporta gravi minacce all’ordine pubblico e alla sicurezza.

L’avvocato e attivista danese anti-Islam ha scritto nella richiesta che l’obiettivo era quello di dimostrare la libertà di espressione e di deridere e umiliare l’Islam.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento