Islam / Migranti / World News

I luoghi di preghiera musulmane segreti considerati una minaccia dalla polizia Ceca

I luoghi di preghiera musulmane segreti considerati una minaccia dalla polizia Ceca

Molti musulmani nella Repubblica Ceca spesso si riuniscono in piccole sale di preghiera, che sono fuori dalla portata delle autorità ceche e dove la polizia dice che alcuni gruppi estremisti tendono ad organizzare e riunirsi.

Non solo gli agenti di polizia cechi dicono che tali luoghi di preghiera sono rischiose, ma lo credono anche alcuni musulmani.

Ogni venerdì, i musulmani si riuniscono in case poco appariscenti come quella nel piccolo villaggio di Tuchom’ice, nel nord-ovest di Praga, dove si preparano a tenere la loro tradizionale preghiera del venerdì. La casa non assomiglia a una classica moschea di grandi dimensioni, ma è invece una piccola casa anonima.

È molto difficile per le autorità monitorare queste piccole sale di preghiera. Inoltre, nessuno sa che cosa si stia predicando, e questo potrebbe essere un problema, avvertono gli esperti dell’estremismo.

Un importante esperto ceco dell’estremismo Miroslav Mare, dell’Università Masaryk di Brno, avverte che la creazione di tali case di preghiera più piccole all’estero è stato uno dei motivi per cui le forze di sicurezza hanno perso il controllo sulla comunità musulmana.

Sulla base di esperienze dall’estero, la polizia ceca dovrebbe concentrarsi di più su queste case di preghiera nascoste.

“Anche se il 95 per cento dei musulmani non causa problemi, sappiamo dall’estero che i musulmani si sono radicalizzati in gruppi così piccoli. È una buona ragione per la polizia per monitorare la situazione”, ha detto Mare.

Gli agenti di polizia dei dipartimenti anti-estremismo e antiterrorismo spesso sottolineano che non sono in grado di conoscere le sale di preghiera musulmane appena stabilite abbastanza presto.

“Potrebbero volerci diversi mesi prima di scoprire che i musulmani o altri gruppi religiosi stabiliscono un nuovo luogo di incontro per se stessi. E durante questo periodo, qualcuno all’interno della comunità può radicalizzarsi”, ha spiegato uno degli agenti di polizia.

Il servizio di informazione sulla sicurezza ceca (BIS) presta attenzione anche alla possibile radicalizzazione dei musulmani, ha confermato il portavoce della BIS Ladislav Eticha.

Inoltre, alcuni musulmani ammettono di non essere felici dell’esistenza di queste piccole case di preghiera, che sono spesso camuffate come sede di qualche azienda.

“Devo ammettere che gli eccessi di alcuni musulmani provengono al di fuori delle grandi case di preghiera”, dice il presidente del Centro della Comunità Musulmana Ceca, Muneeb Alrawi, che ha aggiunto che concentrare le persone nelle grandi moschee è particolarmente importante in quanto facilita il lavoro per le autorità e le forze di sicurezza.

I Musulmani cechi hanno aperto diversi centri musulmani e case di preghiera nel paese. Nessuna di queste case sembrano moschee classiche come quelle tradizionalmente viste nei paesi arabi.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento