World News

I migranti continuano a bruciare i loro campi in Grecia

I migranti continuano a bruciare i loro campi in Grecia

I migranti hanno bruciato un numero significativo dei loro campi in tre incidenti separati a seguito di rivolte e scontri etnici.

Nonostante la Grecia si stia adoperata con i blocchi per combattere il coronavirus e un’economia in crisi, Amnesty International chiede alle autorità greche di evacuare i migranti dai campi delle isole greche verso la terraferma.

Gli incidenti sulle isole greche seguono una lunga storia di migranti che incendiano i loro campi, sia in Grecia che in altre nazioni europee.

Il 26 e il 27 aprile, tre incendi separati hannom semidistrutto il campo di Vathy sull’isola greca di Samos, lasciando tende e container danneggiati e 200 migranti senzatetto.

Le autorità greche dicono che gli incendi sono iniziati a causa di scontri tra persone che vivono all’interno del campo, fattori scatenanti possono essere stati le tensioni etniche fra i migranti.

Rapporti non confermati di Ekathimerini indicano che i migranti hanno alimentato il secondo incendio nella speranza di essere portati fuori dal campo di Vathy.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento