Islam

I militanti islamici uccidono almeno 60 persone nel nord-est della Nigeria

I militanti islamici uccidono almeno 60 persone nel nord-est della Nigeria

L’attacco nello stato di Borno segue il massacro di 69 abitanti del villaggio in un raid nella stessa zona

Militanti islamici hanno ucciso almeno 20 soldati e più di 40 civili e centinaia di feriti in attacchi gemelli nel nord-est Nigeria.

Gli attacchi, nei distretti di Monguno e Nganzai dello stato di Borno, sono avvenuti pochi giorni dopo che i militanti hanno ucciso almeno 69 persone in un raid su un villaggio in una terza zona, Gubio.

Due operatori umanitari e tre residenti hanno detto a Reuters che i militanti armati con armi pesanti, tra cui lanciarazzi, sono arrivati a Monguno, un hub per le organizzazioni non governative nternazionali, all’incirca alle 11 del mattino ora locale. Hanno invaso le forze governative, uccidendo almeno 20 soldati e vagando per tre ore.

Le fonti hanno detto che centinaia di civili sono rimasti feriti a causa del fuoco incrociato, travolgendo l’ospedale locale e costringendo alcuni dei feriti fuori dalla struttura in attesa di aiuto.

Le fonti hanno detto che i militanti hanno dato fuoco anche alla stazione di polizia locale e bruciato l’hub umanitario delle Nazioni Unite della zona, anche se un portavoce delle Nazioni Unite ha detto che la struttura ha subito solo danni leggeri.

I combattenti distribuivano lettere ai residenti, nella lingua Hausa locale, avvertendoli di non lavorare con i militari, gli occidentali cristiani bianchi o altri “non credenti”.

I militanti sono entrati anche a Nganzai all’incirca alla stessa ora di sabato, secondo due residenti e un membro della Civilian Joint Task Force (CJTF). Sono arrivati in moto e in pick-up e hanno ucciso più di 40 residenti.

Un portavoce militare non ha risposto alle richieste di commento sugli attacchi. I funzionari dell’ONU non sono stati immediatamente raggiunti per un commento.

Boko Haram e la sua propaggine, la Provincia dell’Africa Occidentale dello Stato Islamico (ISWAP), hanno ucciso migliaia di persone e sfollato milioni di persone nel nord-est della Nigeria. ISWAP ha rivendicato i due attacchi di sabato e l’attacco di Gubio.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento