Islam / Migranti / Politica

I Paesi Bassi sospendono le adozioni straniere per abusi e corruzione

I Paesi Bassi sospendono le adozioni straniere per abusi e corruzione

Lunedì i Paesi Bassi hanno annunciato la sospensione delle adozioni dall’estero dopo che un rapporto ha rilevato che il governo è stato “troppo passivo” di fronte alle accuse di abusi nelle procedure di adozione.

Un comitato indipendente- incaricato nel 2018 di indagare – ha rilevato che nei casi ha esaminato “vari tipi di abusi avvenuti strutturalmente”.

Questi includono “falsificazione di documenti, traffico di minori, frode e corruzione” nonché “atti non etici come la rinuncia a bambini sotto false pretese o sotto pressione morale”.

La commissione — che ha esaminato le adozioni dal 1967 al 1998 da Bangladesh, Brasile, Colombia, Indonesia e Sri Lanka — ha constatato che in alcuni casi il governo era a conoscenza degli abusi, ma non è intervenuto efficacemente e ha concluso che il “sistema contiene vulnerabilità intrinseche”.

Il ministro per la Protezione legale Sander Dekker ha dichiarato che “è doloroso concludere che il governo non ha fatto ciò che ci si aspettava da esso.

“Il governo avrebbe dovuto avere un ruolo più attivo nell’intervenire nei casi in cui ci sono stati abusi.”

Il governo ha sospeso tutte le nuove procedure di adozione anche se quelle già in corso potranno procedere.

Ha anche detto che deve “ripristinare il suo rapporto danneggiato con i genitori adottivi, i genitori biologici e le famiglie” con un centro di competenza nazionale da istituire per sostenere le persone adottate nella ricerca delle loro famiglie biologiche.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento