Islam / World News

I Talebani introducono molteplici restrizioni alle donne, alle ragazze che vanno a scuola e ai cittadini afghani

I Talebani introducono molteplici restrizioni alle donne, alle ragazze che vanno a scuola e ai cittadini afghani

Gli ordini iniziali dei talebani dopo la cattura di un distretto dell’Afghanistan settentrionale limitano le donne a visitare bazar senza alcun compagno maschio e vietano persino agli uomini di radersi la barba.

“Diceva che le donne non possono andare al bazar senza un compagno maschio, e gli uomini non dovrebbero radersi la barba”, ha detto Sefatullah, 25 anni, residente nel distretto di Kalafgan.

Le direttive sono state emanate a un imam locale e introducono anche il divieto di fumare con la minaccia di puinire i trasgressori “saranno trattati seriamente”.

Dopo aver catturato il porto doganale settentrionale Shir Khan Bandar, i talebani hanno ordinato alle donne di non uscire dalle loro case, molte delle quali erano già impegnate in attività produttive come la produzione di scarpe, ricami, sartoria ecc., rapporti AFP .

Inoltre, i talebani sono anche venuti fuori con dichiarazioni che obbligano gli abitanti dei villaggi a far sposare le loro figlie e vedove con i loro terroristi.

“Tutti gli imam e i mullah nelle aree catturate dovrebbero fornire ai talebani una lista di ragazze sopra i 15 anni e vedove sotto i 45 anni per sposarle con combattenti talebani”, si legge nella lettera.

L’organizzazione terroristica ha chiamato i residenti del distretto di Yawan, al confine con il Tagikistan, in una moschea locale dopo aver preso il controllo dell’area.

Poi ha detto chiaramente alle persone di non lasciare le loro case di notte e ha impedito loro di indossare abiti di colore rosso e verde che raffigurano la bandiera nazionale afghana.

Inoltre, alle ragazze che frequentano la scuola è stato vietato di frequentare le lezioni oltre la sesta elementare, poiché i talebani insistono nel proteggere i diritti delle donne solo secondo i “valori islamici”.

Il gruppo jihadista ha iniziato a far rispettare il rigido codice di condotta religioso che ha caratterizzato il suo governo dal 1996 al 2001.

I talebani governarono l’Afghanistan dal 1996 al 2001 secondo le leggi interpretate del Corano. Il loro governo era caratterizzato da violazioni sistematiche contro donne e ragazze; pene corporali crudeli, comprese le esecuzioni; e l’estrema soppressione della libertà di religione, espressione ed educazione.

Il gruppo cattura quotidianamente nuovi distretti, seleziona i principali valichi di frontiera e circonda i capoluoghi di provincia anche quando avviene il ritiro finale delle truppe straniere. Nelle aree occupate, secondo quanto riferito, il gruppo distribuisce volantini che chiedono alla popolazione di aderire rigorosamente alla condotta basata sulla sharia.

In passato, è stato osservato che, man mano che i talebani consolidavano il controllo su nuove aree, le loro restrizioni si inasprivano, non si alleggerivano. Ciò solleva seri preoccupazioni sul fatto che, con la ritirata delle truppe straniere e l’influenza del governo, le tattiche abusive dei talebani non faranno che peggiorare, tanto più che ora hanno messo in ginocchio una superpotenza.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento