Islam / Opinioni / Politica

I talebani sono ora i buoni e lo Stato islamico i cattivi?

I talebani sono ora i buoni e lo Stato islamico i cattivi?

A volte la realtà è così triste che dobbiamo inventare la nostra versione per conviverci. Non possiamo quindi accettare che l’Islam incarni un modello totalitario di società che opprime e perseguita tutti coloro che non sono musulmani.

Abbiamo quindi coniato il termine “islamismo”, che include terroristi perversi, lupi solitari psicotici e jihadisti violenti che non riescono a scoprire che l’Islam è la religione dell’amore e della pace.

Non siamo confusi dalla realtà dell’Iran, del Pakistan e dell’Arabia Saudita, dove le donne sono inferiori, gli ebrei e i cristiani indegnificati e la democrazia è il maledetto lavoro. Il termine “islamismo” non esiste nelle sacre scritture dell’Islam: il Corano, gli Hadith (tradizioni) e Sira (biografia di Maometto) e sono quindi irreali e irrilevanti per qualsiasi musulmano.

Né possiamo ovviamente convivere con il fatto che i talebani sono un movimento crudele e totalitario che ora sta reintroducendo il suo precedente dominio del terrore in Afghanistan.

Il sanguinoso attacco all’aeroporto di Kabul ha scatenato la nostra. Dopotutto, è stato lo Stato islamico (IS) a portare avanti l’atroce attacco, e quindi l’IS deve essere molto peggio dei talebani, che, secondo i media occidentali, hanno effettuato una pacifica presa del potere.

I politici e i media stanno ora cercando di convincerci che l’attacco è stato un’umiliazione per i talebani, che ora si stanno spostando dalla nostra parte e vogliono vendicarsi dei loro “nemici” dell’IS.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti è persino arrivato al punto di consegnare i nomi e gli indirizzi di tutti gli americani rimasti ai talebani sul presupposto che i nuovi governanti proteggeranno gli americani bloccati dai malvagi terroristi dell’IS, questo è un atto cinico e senza cuore contro gli americani ormai completamente indifesi nel paese.

Se i talebani non li uccidono, essi, in quanto ostaggi, saranno in grado di portare enormi riscatti dagli Stati Uniti, il che non è da disprezzare.

Come al solito, la realtà è molto diversa dalla nostra fata morgana auto-selezionata. Sia l’IS che i talebani sono scolpiti nella stessa lettura islamica ed entrambi professano il modello totalitario di società stabilito nel Corano, negli hadith e nei sira.

Abbiamo visto la realtà islamica quando i talebani erano al potere in Afghanistan, prima che le forze occidentali si trasferissero dopo gli attacchi dell’11/9. E abbiamo visto la vita di tutti i giorni in Medio Oriente sotto il califfato dell’IS alcuni anni fa.

Alla loro ultima avanzata al potere in Afghanistan, i talebani hanno rilasciato migliaia di combattenti dell’ISIS imprigionati. I talebani hanno protetto l’IS dall’annientamento dal 2001, quindi è difficile vedere la presunta animosità tra queste due tirannie ugualmente crudeli.

Per inciso, è passata solo una settimana da quando i nostri nuovi amici talebani hanno dato fuoco a una povera donna perché non gli piaceva cucinare. E cosa? Ora sono abbastanza buoni.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento