Islam

I talebani uccidono la poliziotta davanti ai suoi bambini e le mutilano il volto nella provincia afghana di Ghor

I talebani uccidono la poliziotta davanti ai suoi bambini e le mutilano il volto nella provincia afghana di Ghor

I militanti talebani avrebbero ucciso una donna agente di polizia a Firozkoh, la capitale della provincia centrale di Ghor in Afghanistan. Secondo un rapporto della BBC,i familiari dell’ufficiale, identificata come Banu Negar, hanno detto che il suo volto era “pesantemente sfigurato” a causa dell’assalto talebano.

Il rapporto della BBC ha inoltre detto: “Un rapporto ha suggerito che Negar, che lavorava nella prigione locale, era incinta di otto mesi”. Secondo quanto riferito, gli accusati sono stati sentiti parlare arabo.

Secondo un altro rapporto di The Sun, i talebani l’avevano uccisa di fronte ai suoi figli e al marito durante un’esecuzione porta a porta.

Immagini della poliziotta deceduta sono state diffuse sui social media dove il suo corpo è stato visto sdraiato su un tappeto macchiato di sangue. Un paio di “cacciaviti macchiati di sangue” sono visibili sul tappeto.

La famiglia ha detto che i talebani locali avevano “promesso di indagare” sull’incidente.

Da quando hanno preso il controllo effettivo dell’Afghanistan, i talebani hanno cercato di dipingersi come più tolleranti e liberali di quanto non siano conosciuti. Tuttavia, diversi episodi di brutalità e repressione,che sono stati segnalati nel paese dopo la rinascita del gruppo estremista a Kabul, raccontano una storia diversa.

Sabato, i talebani hanno interrotto una protesta delle donne a Kabul. I manifestanti chiedevano la continuazione dei diritti civili per le donne che erano stati costruiti durante il regime democratico dopo la fine del precedente periodo di potere dei talebani.

I manifestanti hanno affermato di essere stati presi di mira dagli estremisti con gas lacrimogeni e spray al peperoncino mentre cercavano di dirigersi verso il palazzo presidenziale.

“Venticinque anni fa, quando arrivarono i talebani, mi impedirono di andare a scuola. Dopo cinque anni di governo, ho studiato per 25 anni e ho lavorato sodo. Per il bene del nostro futuro migliore, non permetteremo che questo accada”, ha detto la giornalista Azita Nazimi a TOLOnews.

L’agenzia di stampa Reuters ha citato un altro manifestante che ha detto: “Hanno anche colpito le donne alla testa con un caricatore di armi, e le donne sono diventate sanguinanti”.

La scorsa settimana, i talebani hanno emesso un decreto alle università private,ordinando loro di non insegnare insieme a studenti maschi e femmine.

“Il … le persone dell’Afghanistan continueranno la loro istruzione superiore alla luce della legge della Sharia in sicurezza senza trovarsi in un ambiente misto maschile e femminile”, ha detto Abdul Baqi Haqqani, ministro ad interim dei talebani per l’istruzione superiore in un incontro con gli anziani, noto come loya jirga.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento