Islam / Opinioni / Politica

Il coprifuoco e le maschere facciali sono un precursore della sharia e del velo – una dittatura della salute

Il coprifuoco e le maschere facciali sono un precursore della sharia e del velo – una dittatura della salute

Estratto dall’articolo del quotidiano online francese Riposte Laàque del 25 ottobre 2020

Il sistema sanitario sotto il presidente Macron ricorda una dittatura in Medio Oriente e la rabbia diffusa che ha provocato in Francia.

Quando la Francia era un paese libero dove le persone potevano andare dove volevano, vestirsi a loro piacere, respirare liberamente, mangiare e bere senza problemi nei ristoranti e nei bar, guardavano con dispiacere i paesi musulmani dove le donne non potevano camminare se non accompagnati per strada e dovevano andare vestite con sacchi di patate.
Per la Francia civilizzata, questa pratica sembrava qualcosa di un’altra epoca, quando, per onorare i testi sacri del Profeta e dell’Islam, ai musulmani non è permesso mangiare, bere o fare sesso dal sorgere del sole fino a quando non cala la sera per un mese in cambio, però, possono recuperare e mangiare sciolti durante la notte.

Nessuno avrebbe potuto prevedere che la società francese libera un giorno si sarebbe avvicinata a questo modello oscuro, scrive l’autore. Ma con piccoli passi, i politici hanno privato l’opinione pubblica di gran parte della loro libertà, con una serie di restrizioni fino a dettagli strabilianti.
Tra le altre cose, ha causato indignazione il fatto che le persone in nome dell’ecologia non dovrebbero accendere i loro caminetti, e la rabbia ha raggiunto nuovi limiti con le leggi inutili frettolosamente emanate dai politici che nessuno avrebbe pensato possibile arrivare quando hanno iniziato a vietare alle persone di camminare a più di un miglio di distanza dalle loro case.

Così, hanno privato i cittadini del contatto con i loro cari, e molti sono particolarmente amareggiati di non essere in grado di stare con i loro vecchi familiari.

Ora i politici hanno osato valicare nuovi confini vietando alle persone di camminare lungo le coste e sulle spiagge, e non hanno esitato a inviare elicotteri, droni e polizia per continuare a dare pacche a chi ha sfidato il divieto.

È anche umiliante, scrive l’autore, compilare i pass per poter uscire proprio come durante l’occupazione nazista.

Loro, i politici, sono persino arrivati al punto di vietare alle persone di bere un aperitivo insieme nei giardini di casa loro!

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento