Opinioni

Il coronavirus e la crisi migratoria sono la tempesta perfetta dell’Europa?

Il coronavirus e la crisi migratoria sono la tempesta perfetta dell’Europa?

La situazione esplosiva sull’isola greca di Lesbo mostra come una miscela di errori dell’UE e la spietatezza di Erdoğan in Turchia stia creando l’ultima crisi umanitaria

Il coronavirus è arrivato sull’isola di Lesbo, non lontano dal campo di Moira, dove 20.000 migranti vivono in terribili condizioni sanitarie.

Le condizioni spaventose nel campo di Moira rendono molto probabile la diffusione del virus. Qualsiasi epidemia in quel campo sarebbe disastrosa, e dal momento che nessun migrante viene testato per la presenza del coronavirus, non sappiamo se abbia già raggiunto il campo stesso.

Dall’apertura del confine turco questo mese da parte del presidente Recep Tayyip Erdoğan, altri 1.700 migranti hanno raggiunto il campo. Medici San Frontier (MSF) e altre ONG, che sono fuggiti dall’isola per paura del virus, chiedono l’evacuazione del campo.

Il problema è che non c’è nessun altro posto in cui questi migranti possano andare poiché i campi nelle isole di Kos e Chios sono già sovraffollati. E il governo greco sta affrontando proteste sulle isole contro altri arrivi.

Per lo più, gli isolani sono stati lasciati a se stessi. Sono invasi e pochissimi paesi sono disposti a offrire aiuti e ad accogliere i minori che sono arrivati.

Ora, mentre il coronavirus chiude i confini dell’Europa e invia ondate di shock per le economie, i paesi saranno ancora meno disposti ad assumersi il peso di un numero maggiore di migranti.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento