Islam / World News

Il festival turco di rakı bloccato dai Fratelli musulmani

Il festival turco di rakı bloccato dai Fratelli musulmani

Associazioni e fondazioni con legami con i Fratelli Musulmani sono alla base del divieto di un festival annuale decennale che celebra il kebab alimentare turco e lo spirito rakı nella provincia di Adana meridionale. Fonte: Editoriale di Yeniçağ Murat Ağırel

Una piattaforma chiamata Adana Civil Initiative Assembly (ASİM) ha chiesto il divieto, dicendo che bere e ballare in un momento in cui il paese è impegnato in una guerra contro il terrorismo equivale a un tradimento, ha scritto Ağırel.

Il festival è stato ribattezzato nel 2015 e la parola “rakı“, uno spirito tradizionale basato sull’anis, è stata rimossa prima che il ministero degli interni della Turchia emettesse un divieto assoluto.

Un costituente di ASİM, la Fondazione di sensibilizzazione della Fraternità, aveva organizzato una conferenza intitolata “I Fratelli musulmani come scuola di martirio ieri e oggi” nella provincia sud-orientale a maggioranza curda di Diyarbakır nel 2017, ha detto Ağırel, con la partecipazione dei Fratelli musulmani e il presidente dell’unità tabligh (sensibilizzazione) Abdel Halim Sharif.

In un’altra conferenza intitolata “Il martirio è la resurrezione” organizzata insieme ai Fratelli musulmani, il presidente della Fondazione per la Fraternità di sensibilizzazione Maruf Çelik ha affermato che “i quadri addestrati nella conoscenza jihadista” devono combattere con i denti e con le unghie per garantire i diritti ai musulmani.

Sotto un leader che guida i quadri ornati con questa conoscenza, come ricompensa per la nostra lotta in nome dell’Islam, il martirio sarà annunciato per noi“, ha detto Ağırel citando Çelik.

Ağırel ha aggiunto che il governatore di Adana ha tenuto diversi incontri con le fondazioni e le associazioni sotto l’ASİM e ha ignorato le loro attività illegali come gli immobili occupati illegalmente dall’ordine islamico Naqshbandi Haznevi.

La Turchia ha appoggiato la Fratellanza Musulmana, che è stata messa al bando in Egitto, per lungo tempo, con legami al Partito della Giustizia e Sviluppo (AKP) al potere da decenni.

L’offerta della Turchia di rifugio per la leadership dei Fratelli Musulmani è stata un grave punto di tensione con l’Egitto

Fratellanze Musulmane e festival ad Adana – Murat AĞIREL

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento