Islam / Migranti / Politica

Il filosofo francese zemmour: Ungheria e Polonia vengono ricattate dall’UE perché non vogliono i migranti e non si sottomettono alla lobby LGBT

Il filosofo francese zemmour: Ungheria e Polonia vengono ricattate dall’UE perché non vogliono i migranti e non si sottomettono alla lobby LGBT

L’Ungheria e la Polonia, due democrazie legittime, sono ora oggetto di ricatti da parte dell’Unione europea sulla loro posizione sulla migrazione e sulle questioni LGBT, ha avvertito il filosofo e scrittore francese, lo ha detto mercoledì sul canale di notizie francese CNews.

Inoltre, ritiene che i concetti di democrazia ungherese e polacco potrebbero essere diversi da quello generalmente accettato nel mondo occidentale, ma non sono meno praticabili.

“E ‘molto semplice. Ci sono due concetti di democrazia – quello tradizionale è quello di Lincoln, ‘del popolo, del popolo, del popolo,'” ha detto . “E c’è il concetto di stato costituzionale. Tutte le azioni del potere devono essere autorizzate e controllate da un giudice… L’Ungheria e la Polonia hanno una nobile concezione della democrazia, non una concezione basata sul potere dei giudici. Non vogliono il multiculturalismo che l’UE vuole imporre loro”.

Mentre la prima idea di democrazia “per il popolo” è un concetto fondamentale, il secondo è di natura procedurale, e mentre l’ex presidente francese Francois de Gaulle ha detto che la Corte Suprema è il “popolo”, di fatto stava dicendo ciò che il concetto tecnocratico di democrazia di oggi è in realtà, che equivale a dare tutto il potere ai giudici. D’altra parte, Maximilien Robespierre, una delle figure chiave della Rivoluzione francese, ha detto che vorrebbe vedere la parola terribile “giurisprudenza” scomparire dalla lingua francese.

“Orbàn e i polacchi hanno precedenti molto nobili: il loro concetto di democrazia non è una sub-democrazia o una democrazia inferiore… Penso anche che se dobbiamo menzionare una crisi della democrazia negli ultimi 20 anni, è perché abbiamo abbandonato l’autentico concetto popolare di democrazia per il concetto freddo, procedurale, giudiziario che dà tutto il potere ai giudici”, ha detto .

“Trovo assolutamente deplorevole ciò che la Francia, la Commissione [europea] e la Germania stanno facendo all’Ungheria e alla Polonia”, ha detto. “Gli ungheresi e i polacchi hanno il diritto di organizzarsi come vogliono. È straordinario vedere che la Commissione e i principali paesi europei vogliono imporre concetti di Stato, democrazia, diritto e morale e criticare la Polonia per essersi rifiutata di essere dominata dalla lobby LGBT.”

Secondo zemmour, gran parte della ragione per cui l’UE persegue i due paesi è legata alla loro posizione sulla migrazione e ai loro punti di vista conservatori sulle questioni LGBT.

“La Commissione europea e la Francia li stanno ricattando perché queste due nazioni non vogliono i migranti, né si sottomettono alla lobby LGBT”, ha detto . “Penso che l’Ungheria e la Polonia non cedereranno ai migranti e alle richieste della Commissione europea. Non vogliono la società multiculturale che la Commissione e la Francia vogliono imporre loro.”

Lo stesso vale per l’Ungheria che viene criticata per non voler accogliere decine di migliaia di migranti. Sia l’Ungheria che la Polonia sono state recentemente oggetto di audizioni sullo stato di diritto, con funzionari e politici di spicco dell’UE che minacciano di tagliare i finanziamenti dell’UE se i due paesi non rispettano le richieste dell’UE, anche sulle questioni LGBT.

“Questi popoli hanno il diritto di organizzarsi come vogliono”, ha detto . “Cos’è la democrazia? È obbedire ai concetti della Commissione di Bruxelles, che sono rispettabili, ma si dovrebbe anche essere in grado di metterli in discussione. Proprio come Orbàn e La Polonia fanno.

“Dovremmo avere il diritto di contestare o dobbiamo sottometterci a loro, come l’ex Europa orientale ha dovuto sottomettersi all’Unione Sovietica?”, Ha chiesto.

Egli ha affermato che la spinta della Commissione a collegare i finanziamenti dell’UE ai requisiti dello Stato di diritto non è altro che “ricatto economico”.

Emmour, che è ebreo, è diventato sempre più popolare in Francia per le sue opinioni conservatrici sulla migrazione e la cultura, anche per i suoi recenti appelli a deportare i minori non accompagnati , e il suo avvertimento che la migrazione di massa in Europa è un crimine che finirè in “spargimento di sangue”. Il presidente francese Emmanuel Macron è sempre più preoccupato per i numeri di spettatori record che sta guadagnando sul programma CNews, e ha incaricato un comitato etico,che deciderà se sta apparendo nel programma troppo spesso.

Didascalia del titolo: il filosofo e scrittore francese , Eric Zemmour.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento