Islam / Politica / World News

Il giornalista indipendente Joakim Lamotte ritornerà nella “no-go-zone” dove è stato picchiato e derubato

Il giornalista indipendente Joakim Lamotte ritornerà nella “no-go-zone” dove è stato picchiato e derubato

Quando il giornalista indipendente Joakim Lamotte ha parlato in diretta da Kronogården a Trollhättan – una famigerata zona vietata – lo scorso dicembre per evidenziare i ricorrenti disordini delle bande migranti locali, è stato attaccato, picchiato e derubato.

Questo mercoledì, la TV statale svedese (SVT), aveva programmato di presentare in anteprima il suo nuovo programma di dibattito nella stessa zona con Lamotte come uno degli ospiti, ma il programma è stato annullato all’ultimo minuto, temendo che potesse “causare preoccupazione tra i migranti“.

Martedì, tuttavia, Lamotte ha annunciato che tornerà da solo per una nuova trasmissione in diretta da Kronogården.

Il programma televisivo può destare preoccupazione in Kronogården“, ha detto a SVT News Ulrika Strandroth Frid, sindaco della città.

È stato dichiarato ufficialmente che il rischio della trasmissione sarebbe troppo grande dal punto di vista della “democrazia e dei cittadini” e che stigmatizzerebbe ulteriormente l’area.
Martedì, Lamotte ha scritto su Facebook che non si arrenderà e realizzerà un nuovo rapporto in diretta mercoledì alle 19.30.

È uno sviluppo scoraggiante che abbiamo aree in Svezia in cui i dibattiti non possono essere tenuti senza il rischio di rivolte“, scrive Lamotte, che afferma anche che è assolutamente inaccettabile che la trasmissione televisiva statale non possa essere trasmessa.
Questo è un altro esempio di come la società indietreggi e lasci che i criminali decidano chi avrà il potere in queste aree“, continua.

“Quando i giornalisti vengono messi a tacere e gli viene vietato riferire di determinate aree, si tratta di una minaccia diretta alla democrazia e non possiamo permetterlo in Svezia. Quindi è tempo di parlare e difendere il nostro diritto alla libertà di parola e alla libertà di stampa “.

Ieri ho scritto che tornerò a Kronogården mercoledì e manterrò sempre le mie promesse. Il comune può impedire a SVT di parlarne, ma non sarà in grado di fermarmi. ”
Questo è il motivo per cui andrò mercoledì alla piazza di Kronogården e farò una trasmissione in diretta alle 19.30, con o senza SVT“, conclude.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento