Politica / World News

Il governo bulgaro apre diga sul fiume Evros per fermare l’invasione dei migranti

Il governo bulgaro apre diga sul fiume Evros per fermare l’invasione dei migranti

Lunedì il governo bulgaro ha aperto una delle sue dighe lungo il fiume Evros per innalzare il livello dell’acqua del fiume nel tentativo di fermare i migranti che stanno cercando di attraversare il confine greco-turco.

La diga di Ivaylovgrad è stata aperta aperta su richiesta della Grecia. L’operazione ha innalzayo il livello dell’acqua del fiume, riferisce il giornalista greco.

Il numero di migranti – la maggior parte dei quali sono uomini in età militare – che cercano di entrare illegalmente in Grecia attraverso il fiume Evros è stato stimato in migliaia.

Durante un incontro con il cancelliere tedesco Angela Merkel, il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha affermato che se il presidente turco Recep Erdogan vuole rinegoziare l’accordo del suo paese sulla migrazione con l’UE, deve prima portare i migranti fuori dal confine e porre fine alla diffusione di disinformazione. Il primo ministro ha sottolineato che né la Grecia né l’Europa subiranno il suo ricatto, sebbene abbia anche riconosciuto che la Turchia ha da tempo svolto un ruolo cruciale nel controllo della crisi dei migranti.

Mitsotakis ha inoltre chiesto a Erdogan di prendere in considerazione l’adozione di altre misure, come lo svolgimento di pattuglie di frontiera congiunte con la Grecia e il rimpatrio dei migranti che sono entrati illegalmente in Grecia.

Il regime turco è diventato sempre più belligerante durante il conflitto di frontiera che si è sviluppato nelle ultime settimane.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento