Islam / World News

Il leader dei talebani dice che il gruppo è “sulla soglia di istituire un governo islamico” in Afghanistan

Il leader dei talebani dice che il gruppo è “sulla soglia di istituire un governo islamico” in Afghanistan

Questo accade mentre gli analisti tradizionali continuano a insistere sul fatto che gruppi come i talebani non hanno nulla a che fare con l’Islam. La jihad globale non si stanca mai, non si ferma mai. Dopo 1400 anni, questo dovrebbe essere abbondantemente chiaro. Nel cercare i propri interessi mentre tentava di umiliare gli Stati Uniti, il leader talebano Mawlawi Hibatullah Akhundzada “ha affermato che il gruppo era “alla soglia di istituire un governo islamico” nel paese devastato dalla guerra “. Jihadisti (furtivi e violenti) cercano ogni opportunità di conquista.

Questo non vuol dire che le truppe americane dovrebbero essere ovunque. L’America e altri paesi occidentali, tuttavia, devono essere più astuti per la diffusione della jihad e della sua spietatezza, e soprattutto per il fatto che essa è governata dalla dottrina islamica normativa.

“Il leader talebano esorta gli Stati Uniti a rispettare l’accordo di pace”, di Shadi Khan Saif, Anadolu Agency,20 luglio 2020:

Il leader talebano martedì ha salutato l’inizio del ritiro delle forze straniere dall’Afghanistan e ha esortato gli Stati Uniti a rispettare l’accordo di pace firmato all’inizio di quest’anno.

Mawlawi Hibatullah Akhundzada, nel suo messaggio di Eid al-Adha, ha esortato gli Stati Uniti “a non creare ostacoli per porre fine alla più lunga guerra della storia americana con commenti e propaganda ingiustificati”.

Il leader supremo degli insorti ha detto che estendere il processo di scambio di prigionieri di 10 giorni a quattro mesi, l’esistenza di liste nere, e l’esecuzione di attacchi di droni e bombardamenti su “terreni ingiustificabili non servono gli interessi di nessuno”.

Egli ha affermato che il gruppo era “sulla soglia di istituire un governo islamico” nel paese devastato dalla guerra.

Il messaggio è stato pubblicato sul sito web di propaganda del gruppo, al-Emarah, in Dari, Pashto, Urdu e in inglese….

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento